Borse UE: bene il FTSE 100 sul no-deal, sale il FTSE Mib con Leonardo. DAX debole: male l'inflazione tedesca

Borse europee positive dopo il voto che esclude la Brexit no-deal. A Londra bene Royal Mail. A Piazza Affari salgono le banche; bene Leonardo: nuovi ordini a +32% nel 2018. Francoforte debole: IPC febbraio sotto le attese.

Fonte: Bloomberg

Giornata positiva per gli indici europei, dopo un’apertura degli scambi al di sopra della parità. A pesare sul buon esito dell’avvio delle contrattazioni, il voto del parlamento inglese, che nella confusione generale di una Brexit senza capo né coda ha escluso l’ipotesi di no-deal “in ogni circostanza”.

Sul riassorbirsi dei timori di una uscita disordinata, le azioni europee hanno toccato giovedì mattina un massimo da cinque mesi. I mercati si mantengono comunque cauti, anzitutto, per l’assenza di chiarezza circa la situazione d’insieme; secondariamente, alla luce del terzo voto di questa sera, quando la Camera dei Comuni sarà chiamata ad esprimersi circa la possibilità di una dilazione dell’Articolo 50.

FTSE 100 a rialzo dopo il voto che scongiura il no-deal Brexit

Lo STOXX 600 pan-europeo ha aperto gli scambi in crescita dello 0,3%, mentre l’indice inglese FTSE 100 ha avviato gli scambi a -0,1%, scontando in parte l’apprezzamento della sterlina di mercoledì sera. Il paniere di Londra ha quindi ripreso quota, tornando a testare area 7200 (+0,45%), resistenza più volte testata nel corso dell’ultimo mese. Tra i migliori nomi di giornata, Royal Mail (+4,8%); bene anche l’emittente ITV (+3,6%).

FTSE Mib tra i migliori indici di giornata. Vola Leonardo

Tra gli indici migliori di seduta, il FTSE Mib, che cresce oltre lo 0,5%, in direzione dei 21000, soglia che non viene valicata dall’ottobre scorso. A trascinare il paniere italiano è soprattutto il titolo Leonardo, che, con un +10%, beneficia dei buoni risultati presentati ieri a mercato chiuso; in primis la crescita del 32% di nuovi ordini nel 2018. Recupera terreno anche il settore bancario, dove brillano le performance di banco BPM (+4,10%), Ubi banca (+2%) ed Unicredit (+1,5%).

Indice Dax di Francoforte debole: IPC sotto le attese

Slancio inferiore per il DAX di Francoforte, sul quale pesa il dato sotto le attese relativo all’indice dei prezzi al consumo. Il paniere è sceso oggi al di sotto del livello a 11600, in area 11565. A febbraio l’inflazione tedesca si è attestata allo 0,4%, inferiore alle stime dello 0,5%. Male anche l’inflazione annuale, a 1,5% contro previsioni di 1,6%. Tra i nomi peggiori, Wirecard AG (-4,3%) e Lufthansa (-4,9%), dopo aver riportato un calo dei profitti operativi dell'11% del quarto trimestre e dopo la notizia di un possibile tandem Delta Airlines-EasyJet alla futura guida di Alitalia. Il piano proposto dall’azienda tedesca prevedeva 3 mila esuberi.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.