Tesla torna all'utile. Trimestrale record spinge il titolo a +10%

A contribuire positivamente sulla performance sono stati l'aumento della produzione e il rialzo delle vendite, specie del Model 3. L’utile per azione si è attestato a 1,75 dollari; 2,9 dollari al netto delle voci straordinarie. Tesla dimostra così la sostenibilità del business delle auto elettriche

Tesla
Fonte Bloomberg

Tesla dimostra la sostenibilità del business delle auto elettriche. E il titolo sfreccia in Borsa a +10%.

Dopo mesi d’attesa, Tesla torna in utile e porta il proprio margine operativo a rialzo del 6,1%. I risultati, giunti nella serata di ieri, hanno confermato i rumors che già da qualche giorno vedevano per la casa il momento della svolta.

Tesla, trimestrale in utile: terza volta in 15 anni di storia

Il trimestre luglio-settembre della società automobilistica si è concluso con un utile netto di 312 milioni di dollari, rispetto al rosso da 619,38 milioni del terzo trimestre 2017. A contribuire positivamente alla performance sono stati l'aumento della produzione e delle vendite, specie del Model 3. L’utile per azione si è attestato a 1,75 dollari; 2,9 dollari al netto delle voci straordinarie. Gli analisti si attendevano una perdita per azione di 0,05 dollari.

La vera sfida del gruppo sarà ora cercare di confermare i presenti risultati, che hanno beneficiato anche di un rilevante taglio dei costi, del deferimento delle spese sui modelli futuri e dell'accelerazione delle vendite.

I ricavi del terzo trimestre, a 6,8 miliardi di dollari (2,98 miliardi nel 2017), hanno superato le attese di mercato da 6,3 miliardi, con una produzione complessiva di 80mila automobili, oltre il 60% delle quali Model 3. Le modifiche apportate al sistema di produzione dovrebbero permettere al gruppo di meglio far fronte alla domanda.

Quello di Tesla è un “trimestre veramente storico” ha commentato Elon Musk, il quale, dopo la sfiducia mostrata dal mercato nei confronti della società, puntava tutto sulla vettura elettrica Model 3 destinata al grande pubblico. I numeri gli hanno dato ragione: nell’ultimo trimestre Tesla ha prodotto più di 53.000 esemplari, circa il doppio rispetto al periodo precedente, e venduto oltre 55.000 unità, tre volte le Model 3 vendute nel secondo trimestre.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.