Azioni Juventus in calo. Pesa di più la Champions League o il livello di debito?

Titolo in calo fino al 3% a Piazza Affari. Pesano due fattori: il rapporto debito/Ebitda in crescita e il sorteggio di Champions League. Il club bianconero affronterà a metà febbraio l'Atletico Madrid. Quotazioni nelle mani del risultato.

Madrid
Fonte: Bloomberg

Juventus in calo del 3%, al di sotto di 1,15 euro per azione. Sul titolo pesano due fattori: il crescente rapporto debito/Ebitda e il sorteggio a Nyon di Champions League.

In base alla sorte, agli ottavi di finale di Coppa dei Campioni la Juventus affronterà l'Atletico Madrid. La partita d’andata sarà schedulata a metà febbraio nella capitale spagnola.

Se è certo che il risultato del match sarà la prima determinante dell’andamento del titolo nella prima metà del 2019, altrettanto certa è la preoccupazione degli investitori relativamente ai livelli di indebitamento della società bianconera.

Nella lettera al Risparmiatore il club torinese ha spiegato che, con un'incidenza dei ricavi commerciali inferiore rispetto a quella dei nomi più titolati al mondo, l’attuale dinamica delle revenue commerciali è “assolutamente soddisfacente” e, comunque, prevista, in crescita.

Se si guarda al rapporto debito/Ebitda, in trend crescente, Juventus ha ricordato di avere linee di credito bancarie per oltre 500 milioni, puntualizzando che nel mondo del calcio l’efficacia di quest'indicatore nel valutare la consistenza del club è residuale.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.