Azioni Juventus al toto allenatore: titolo svetta a Piazza Affari sul nome di Guardiola

Juventus positiva sulle indiscrezioni del post Allegri: chi sarà l'allenatore della stagione 2019/2020? Attesi i conti del prossimo trimestre: perdita d'esercizio prevista a 50 milioni di euro.

Juventus titolo Fonte: Bloomberg

Azioni Juventus pecora bianca in una giornata nella per l’indice FTSE Mib italiano, che al pari delle principali borse europee perde oltre un punto e mezzo percentuale. Mentre i mercati finanziari restano in attesa di conoscere l’esito del voto europeo, che da oggi fino a domenica coinvolgerà tutti e 28 gli Stati Membri, gli investitori sul titolo del team bianconero tengono le orecchie tese sui rumors del futuro possibile allenatore.

Titolo Juventus a rialzo sul toto allenatore

Dopo le dimissioni dell’ex allenatore Massimiliano Allegri, le azioni della società calcistica torinese hanno iniziato a crescere sull’indiscrezione di un possibile arrivo alla Juventus di Pep Guardiola, attualmente alla guida dell’inglese Manchester City, fattosi largo tra Maurizio Sarri (attuale allenatore del Chelsea) e Simone Inzaghi (alla guida del club SS Lazio).

Dopo aver raggiunto un minimo di periodo a 1,17 euro per azione, che ha fatto seguito alla sconfitta ai quarti di finale di Champions League e al mancato entusiasmo mostrato in campo nelle ultime partite di campionato, sul finire della scorsa settimana Juventus è tornata a crescere su livelli interessanti, superando ordinatamente i livelli a 1,35 ed 1,40 euro per azione, ed aprendo oggi al di sopra di 1,45, al test di 1,50.

Azioni Juventus: analisi del titolo

Se si analizzano i valori di Juventus a partire da inizio anno, al netto di alti e bassi la performance ytd si fissa oggi al di sopra del 27%, con un +13,5% a tre mesi ed un +138% rispetto ai valori di un anno fa. Coi rialzi dell’ultimo periodo, il team bianconero sembra aver superato la fase negativa registrata a seguito dell’uscita dalla Uefa, mostrandosi particolarmente reattiva alle previsioni sul futuro allenatore. Sul futuro del titolo peserà inoltre la chiusura d’esercizio 2018/2019 del prossimo trimestre, rispetto alla quale gli osservatori restano in allerta relativamente alla voce dei debiti.

Juventus: verso il bilancio 2018/2019

Secondo le stime di Intermonte Sim, Juventus dovrebbe archiviare l’esercizio in corso con una perdita da circa 50 milioni di euro, il 160% in più rispetto al rosso da 19,2 milioni del periodo 2017/2018, sul quale gravarono il calo dei ricavi (58 milioni), l’incremento di ammortamenti e svalutazioni sui diritti pluriennali dei calciatori (25 milioni), nonché l’incremento dei costi operativi e dei costi per servizi esterni. Nel 2017 Juventus portò a casa utili da 42,6 milioni.

"Non commentiamo alcun rumors legato al possibile futuro allenatore" hanno commentato fonti interne alla società, che ha deciso (senza precisarne la ragione) di chiudere al pubblico l'Allianz stadium il prossimo 14 giugno. L'opinione dei più propende per una conferenza stampa uffiiale del management in cui sarà annunciato ed ufficializzato il nome dell'allenatore per la stagione 2019/2020. Guardiola? Sarri? Inzaghi?

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.