Market Update - Borse europee non festeggiano i dati cinesi, crolla Juventus

Borse europee contrastate nonostante i dati migliori delle attese arrivati dalla Cina nella notte. Il sentiment sembra aver già incorporato queste indicazioni.

Il Pil cinese ha archiviato il primo trimestre dell'anno con un +6,4%. Ottime indicazioni sono arrivate anche dalla produzione industriale, crescita al ritmo più alto da oltre 4 anni e dai consumi. Un segnale questo che gli stimoli all'economia arrivati dal governo tra la fine del 2018 e inizio 2019 stanno funzionando. Basti pensare che i prestiti delle banche solo nel primo trimestre hanno raggiunto quota record di 865 miliardi di dollari, più del Pil della Svizzera.

Ma la reazione del mercato appare piuttosto contenuta, probabilmente perché gli investitori avevano già in parte messo in conto un miglioramento della congiuntura economica soprattutto dopo i dati sull'export di marzo. Ad ogni modo, è veramente troppo presto dire che il peggio è alle spalle, occorre attendere almeno altri due mesi di miglioramenti prima di esultare.

Spostandoci agli Usa, gli investitori guardano alle trimestrali dopo i dati di ieri che hanno lasciato un po' l'amaro in bocca. Se i conti delle ultime banche sono stati in chiaroscuro, ieri sera non ha fatto meglio Netflix, che pur avendo battuto le attese in termini di abbonati che di utili, ha quasi dimezzato l'EPS per il prossimo trimestre, con una guidance molto prudente.
Oggi ad alzare il velo sui conti saranno Morgan Stanley e Alcoa.

Tornando in Italia, il FtseMib si è spinto sopra l'area dei 22 mila punti, livello che non vedeva dal primo agosto scorso, grazie soprattutto alle banche. Rimane in profondo rosso il titolo Juventus dopo l'uscita inattesa dalla Champions League di ieri contro l'Ajax. Il titolo viaggia con un calo del 17%, in recupero dal -24% minimo di seduta, con gli investitori che stanno ricalibrando le aspettative sui futuri introiti. Al momento ci aspettiamo che il calo possa trovare verso 1,25.

Tra gli altri mercati, EurUsd continua a forzare l'1,1320, principale resistenza al momento. Recupera anche il petrolio, mentre accelera al ribasso l'oro.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.