Intesa Sanpaolo: apre con pesante gap ribassista ma poi recupera

L’istituto italiano riesce a ritornare al di sopra di 3,25 dopo aver toccato un minimo intraday a 3,18

bg_Bank_of_Greece_1E78_9
Fonte Bloomberg

La crisi greca con lo spettro del Grexit e l’aumento dello spread btp/bund hanno portato forti tensioni sul settore bancario europeo. In apertura Intesa Sanpaolo ha evidenziato un significativo gap ribassista (3,19 rispetto alla chiusura di venerdì a 3,48) per poi recuperare nel corso della seduta.

Da segnalare il forte aumento della volatilità. Osservando sul grafico daily l’indicatore ATR (14 o 21 sedute), possiamo subito denotare come abbia segnato nuovi picchi annuali. In regime di alta volatilità ricordiamo come sia importante applicare delle regole semplici ma molto efficaci, ad esempio quella di posizionare lo stop loss a una distanza maggiore rispetto a condizioni standard di volatilità.

Per quanto concerne l’analisi grafica di Intesa Sanpaolo, l’impostazione tecnica di medio periodo rimane ampiamente positiva. La tenuta dei supporti in area 3,05 e 3 sostiene le prospettive grafiche rialziste che riceveranno conferma con il superamento di 3,44 (ricopertura del gap ribassista apertosi in avvio di ottava) e dei picchi a 3,50 per obiettivi posizionabili a 3,90. Discorso ben diverso invece in caso di cedimento dei sostegni menzionati in precedenza preludio a un possibile ribasso verso 2,93 e 2,70 (ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci dell’ascesa dai bottom annuali).

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.