Euro ancora sotto pressione. Parole Draghi fanno eco nelle sale operative

Prosegue anche questa mattina la debolezza della moneta unica nei confronti delle principali valute internazionali.

bg_mario_draghi_1373127
Fonte: Bloomberg

Le dichiarazioni di Draghi rilasciate all’Handelsblatt la scorsa settimana stanno facendo eco ancora tra le sale operative, in una settimana che vedrà tra gli altri dati, la pubblicazione delle stime dell’inflazione di dicembre (in agenda il prossimo mercoledì). Secondo al consensus Bloomberg, il tasso d’inflazione a dicembre potrebbe attestarsi a -0,1% a/a. Si tratterebbe del dato più basso da ottobre 2009.

Il “rischio limitato” di deflazione a cui faceva riferimento Draghi la scorsa settimana potrebbe pertanto concretizzarsi sempre di più e questo potrebbe continuare ad alimentare l’aspettativa di un Quantitative Easing su larga scala già nel meeting della Bce del prossimo 22 gennaio. Appare quasi abbastanza scontato che la nuova operazione di acquisti riguardi i titoli di Stato visti i commenti su questo punto arrivati da diversi membri del board della Bce.

Il cambio Eur/Usd questa notte ha aperto sui mercati asiatici con un ampio gap ribassista, scendendo sotto il livello di 1,20 e arrivando a segnare il nuovo minimo da giugno 2010, a 1,1926. Il primo supporto interessante rimane a 1,1875, minimi assoluti del 2010. Al di sotto di questo livello si aprirebbe lo spazio per un affondo verso 1,16, bottom del 2005.

Si difende meglio il cambio Eur/Jpy, sceso ai minimi da oltre 6 settimane, arrivando in area 143,60. Il livello mediamente alto del cambio tra la moneta unica e lo yen è dovuto all’atteggiamento ultra espansivo della Banca centrale nipponica e dalla recente conferma di Abe alla guida del Paese.

Dal punto di vista tecnico, il cross Eur/Jpy sta tentando ora un rimbalzo dopo che la discesa questa notte si è arrestata a 143,60, secondo dei ritraccciamenti di Fibonacci nell’ascesa partita a metà ottobre. Un cedimento di questo supporto aprirebbe a una nuova ondata di vendite con il cambio diretto verso 141,25, precedente massimo di settembre. Ogni tentativo di rialzo potrebbe invece smorzarsi in area 146 e 147,20, massimi delle ultime 2 settimane.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Fare trading con le azioni

    Senza azioni non esisterebbe alcun mercato azionario, l'elemento vitale per qualsiasi economia nazionale. Scoprite come la negoziazione di titoli consente alle società di espandersi e svilupparsi, rappresentando allo stesso tempo un'importante fonte di guadagno per gli investitori privati e i grandi capitali.

  • Fare trading sul Forex

    Scoprite come funziona il mercato finanziario più grande e più liquido del mondo. Spiegheremo come avviene la negoziazione delle valute estere e vi forniremo le nozioni indispensabili per accedere a questo importante mercato.

  • Leva e rischio

    Imparate come utilizzare la leva finanziaria per ottenere una maggiore esposizione sul mercato a fronte di un esborso iniziale relativamente contenuto. Spiegheremo quanto sia importante utilizzarla con cautela, poiché se da una parte può amplificare i vostri profitti dall'altra può comportare un incremento del vostro rischio di perdita.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.