Wall Street in rialzo si lascia alle spalle incertezza politica, boom vendite abitazioni

Il Dow Jones avanza dell’1,53%, bene anche il resto degli azionari Usa nonostante Pil da dopoguerra (-31%): ottimismo per ultimi dati macro e prospettiva di stimoli fiscali

Gli indici di Borsa di Wall Street riescono a scrollarsi di dosso il pessimismo degli investitori dopo il primo dibattito televisivo tra i candidati alla corsa per la Casa Bianca di stanotte. Nessuno tra Donald Trump e Joe Biden è uscito vincitore da quello che è stato definito il confronto più caotico mai registrato in tempi di presidenziali Usa, con il risultato di aver aumentato l’incertezza che gravita attorno al voto del 3 novembre.

I contratti futures negativi pre-market durante la sessione di scambi hanno tuttavia recuperato terreno, grazie soprattutto alle parole con cui il Segretario al Tesoro Usa Stephen Mnuchin ha annunciato un certo ottimismo verso il piano di aiuti in funzione anti-pandemica (il quinto, dall’inizio della crisi da coronavirus).

Il piano, dall’entità complessiva di 2.200 miliardi di dollari, è stato presentato nei giorni scorsi dai democratici e verrà votato in settimana. Nel frattempo, anche una serie di dati macroeconomici aiutano a riportare gli indici statunitensi al di sopra della parità.

Verso i non-farm payrolls

Oggi il National Employment Report dell’Automatic Data Processing ha rilasciato il dato sulle nuove buste paga nel settore privato Usa a settembre: 749 mila nuovi posti di lavoro, ben al di sopra delle stime (650 mila) e anche del dato precedente (481 mila).

Il dato dell’Adp è particolarmente indicativo in vista di quello in arrivo venerdì sui non-farm payrolls, ovvero il totale delle buste paga nel settore non agricolo create a settembre, che si accompagnerà anche alla variazione della disoccupazione nel mese.

Al momento il Bureau of Labor Statistics, che elabora i dati, prevede 850 mila nuovi lavoratori a settembre – in calo rispetto al mese precedente, quando erano stati oltre un milione, e lontani dal boom di giugno, quando il mercato occupazionale Usa aveva recuperato 4,79 milioni di posti di lavoro.

Tale risultato record va letto tuttavia in relazione all’impatto della crisi scatenata dalla pandemia sul mercato del lavoro: lo scorso aprile sono stati persi oltre 20 milioni di posti di lavoro, ferita dalla quale gli Stati Uniti ancora stentano a riprendersi.

Un’economia in (lenta) ripresa?

Nel pomeriggio inoltre il Bureau of Economic Analysis ha pubblicato il dato sul prodotto interno lordo Usa relativo al secondo trimestre del 2020. Come ampiamente previsto, lo scenario è da dopoguerra: una calo del 31,4%, record storico, e non aiuta il fatto che le previsioni fossero leggermente più pessimiste (-31,7%).

Allo stesso tempo però rincuorano i dati sui contratti di vendita delle abitazioni pendenti, in aumento dell’8,8% ad agosto rispetto al 5,9% del mese precedente. Il dato, indicatore dell’attività immobiliare dei cittadini Usa e, di fatto, delle condizioni finanziarie della popolazione, ha ricalcato lo stesso trend dei nuovi posti di lavoro: crollo sotto i mesi in cui la crisi pandemica ha colpito più forte (in questo caso guidato anche dall’impossibilità fisica di chiudere le trattative immobiliari), rimbalzo all’inizio dell’estate.

Infine, l’indice Chicago Pmi a settembre è salito a 62,4 punti, il miglior dato dal dicembre 2018.

Come hanno reagito gli indici sul Wall Street?

È sulla base degli ultimi dati macro e sull’ottimismo per i futuri (probabili) stimoli fiscali, in grado di rimettere in moto l’economia statunitense, che gli indici di Wall Street proseguono la sessione in rialzo. Alle 17:30 il Dow Jones avanza dell’1,69%, il Nasdaq sale dell’1,41% e l’S&P500 guadagna l’1,36%, mentre il dollaro resta stabile a quota 1,17 nei confronti dell’euro, mentre il cambio USD/JPY scende a 105,499.

Come sfruttare le opportunità di trading?

Interessato al trading sugli indici globali, forex o azioni? Apri un conto gratuito Turbo24 o aggiungi un conto Turbo24 sul tuo account IG: avrai la possibilità di fare trading 24 ore al giorno con un prodotto quotato e regolamentato, che ti consentirà di avere il pieno controllo del rischio e della leva finanziaria.

Scopri la nuova guida e inizia subito la tua attività di trading. Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG in pochi passi:

  1. Crea un contro IG o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri i primi certificati turbo al mondo quotati H24

  • Trading 24 ore su 24 ore e zero commissioni
  • Prodotto quotato e accesso trasparente al book degli ordini
  • Leva e rischio adatti a ogni tua esigenza

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.