Saudi Aramco, Ipo più grande della storia: azioni a 8,53 dollari dopo riunione Opec

Le trattative a Vienna hanno portato a una riduzione nella produzione del petrolio e il gigante petrolifero saudita ne approfitta

L’Arabia Saudita, leader de facto dell’Opec, può ritenersi soddisfatta: i tagli alla produzione del petrolio nel 2020 non dureranno tanto quanto avrebbe voluto (se ne riparla a marzo 2020), ma saranno molto più ingenti del previsto.

Con 500 mila barili giornalieri in meno, i tagli ammonteranno infatti dagli attuali 1,2 milioni a 1,7 milioni di barili al giorno – con conseguente aumento del prezzo del petrolio, motivo per cui l’organizzazione ha concordato di agire in questo senso. I tagli, in effetti, sono stati superiori alle aspettative: fino a prima dell’incontro di ieri, circolavano invece rumors secondo cui si sarebbe potuti arrivare a un massimo di 1,6 milioni di barili in meno al giorno.

Cosa significa per Saudi Aramco?

Non è un caso che la notizia sul prezzo delle azioni Saudi Aramco sia stata rilasciata subito dopo la conclusione dei lavori a Vienna. A fronte di una raccolta di capitale che ha visto la domanda tre volte superiore all’offerta, il prezzo finale in vista dell’Ipo dell’11 dicembre è stato fissato a 8,53 dollari: il massimo della forchetta di prezzo ipotizzata.

Sono stati registrati ordini per circa 5,9 miliardi di azioni, pari a 50,4 miliardi di dollari. Dopo aver annunciato l’intenzione di quotare l’1,5% del proprio capitale totale, il mese scorso, Saudi Aramco ne aveva riservato l’1% ai grandi investitori, che hanno avuto tempo fino all’altro ieri per avanzare le proprie offerte. Il restante 0,5% era destinato al mercato retail, per cui le offerte si sono chiuse lo scorso 28 novembre e hanno raggiunto sottoscrizioni per oltre 12 miliardi di dollari.

Saudi Aramco arriva così a valere oltre 1.700 miliardi di dollari, diventando ufficialmente la società a maggior capitalizzazione al mondo. A 8,53 dollari per azione, l’Ipo arriverà a valere 25,6 miliardi di dollari - quasi il valore della manovra di bilancio italiana.

Eppure la raccolta di capitale non ha avuto il successo che i reali sauditi si aspettavano, almeno a livello internazionale. Molti investitori guardano con sospetto ad alcuni fattori (rischi geopolitici, ambientali e relativi dalla governance della compagnia) che, stando ai sondaggi di Reuters, li avrebbero fatti desistere dal partecipare alla raccolta di capitale.

La strategia dietro Saudi Aramco

Di gran lunga superiori, al contrario, gli investimenti a livello locale – il che soddisfa anche la decisione di quotarsi proprio sul Tadawul, la Borsa di Riad. In effetti le reazioni dal resto del mondo erano state abbastanza tiepide anche quando, nel 2016, il principe ereditario aveva annunciato i piani per la compagnia petrolifera nazionale.

Maggiori investimenti locali contribuiscono a far prendere sempre più vita al piano Vision 2030. L’Ipo di Saudi Aramco risponde infatti alla strategia del principe saudita, Mohammed bin Salman, per rendere l’Arabia Saudita in grado di slegarsi dal petrolio come fonte primaria di export e diversificare progressivamente la propria economia.

Come ha reagito il prezzo del petrolio?

Dopo le oscillazioni di ieri, quando il prezzo del greggio ha continuato a muoversi seguendo le dichiarazioni dei leader riuniti a Vienna, oggi i livelli sono leggermente più stabili – in attesa comunque del secondo round di trattative tra i paesi dell’Opec+, la formazione allargata a Russia e Kazakhstan. Il Wtisi aggira dunque a quota 58,73 dollari al barile, mentre il Brentregistra un leggero rialzo, a 63,25 dollari al barile.

Apri un conto reale con IG per iniziare a fare trading sul petrolio.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Investi sulle materie prime

Fai trading sui future delle materie prime e altri 27 mercati senza scadenza fissa.

  • Ampia selezione di principali metalli, energie e soft commodities
  • Spread a partire da 0,3 punti sull'oro spot, 2 punti sull'argento spot e 2,8 punti sul petrolio
  • Utilizza grafici continui, con storico fino a cinque anni

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.