I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Quotazioni Petrolio in calo su timori domanda futura

I prezzi dell’oro nero sono in calo dopo l’inaspettato aumento delle scorte e le aspettative pessimiste sulla domanda.

Rallentamento della domanda

I principali benchmark del greggio sono in deciso ribasso con il Brent che tocca i $111 (dai $117 di venerdì) e il WTI $108 dai $114 della scorsa settimana. Infatti, l’outlook futuro in forte deterioramento sta cambiando le stime sulla domanda di petrolio nel corso del secondo trimestre del 2022 che sono previste in calo sui timori di un rallentamento generalizzato dell’economia a causa delle elevate pressioni inflazionistiche e del rialzo dei tassi di interesse.

Il consensus si aspetta una diminuzione dell’attività economica globale, in parte causata dagli effetti della guerra in Ucraina sul commercio internazionale (inflazione) ma anche dalle politiche monetarie restrittive imposte da - quasi - tutte le banche centrali.

Più nel dettaglio, la domanda estiva, guidata principalmente dal settore aereo, dovrebbe indirizzare la produzione verso un aumento di circa 3,6 milioni di barili/mese fino ad agosto. Tuttavia, nella seconda parte dell’anno, gli effetti di un rallentamento dell’economia globale dovrebbero farsi più intensi e infatti le aspettative medie sulla produzione per il 2022 non raggiungono ancora i livelli pre-pandemici di oltre 100 milioni di barili ma sono ferme a circa 99,4 milioni di barili.

Le stime sui prezzi

Fare delle previsioni di breve termine con un elevato grado di affidabilità rimane un compito alquanto difficile date le innumerevoli tensioni (non solo militari) che stanno influenzando l’economia mondiale. Non ultimo, molto dipenderà da come - e con quale intensità - saranno rispettate le sanzioni europee imposte alle importazioni di greggio russo.

Nonostante ciò, ci sono chiari segnali che i prezzi del petrolio possano subire un deciso ridimensionamento nel corso dell’anno. Infatti, le aspettative pessimistiche sulla crescita economica in molti paesi (non solo europei) fa pensare ad una diminuzione della domanda di greggio nel futuro.

Tuttavia, il maggior fattore sarà sicuramente quello relativo all’effettiva produzione di greggio Urals da parte della Russia e all’aumento delle quote produttive da parte dell’OPEC, così da colmare il divario attuale tra domanda e offerta.

Se, come già annunciato dal cartello, la produzione dovesse aumentare così da supplire al deficit russo, allora potrebbe davvero esserci un risanamento dell’acuto deficit dal lato dell’offerta. Inoltre, anche l’incrementata produzione degli Stati Uniti potrebbe aiutare ad aumentare le scorte e mitigare la salita dei prezzi del greggio che sono una componente principale dell’aumento delle pressioni inflazionistiche.

Non ultimo, risulta ormai chiaro che la Russia sta ridistribuendo le proprie esportazioni di greggio verso Oriente così da mitigare gli effetti dell’embargo europeo (in particolare verso la Cina che a maggio ha registrato le maggiori importazioni proprio dalla Russia, superando addirittura l’Arabia Saudita).

Prospettive di breve per il WTI Light Crude

Le prospettive di breve al momento sono ribassiste. L’eventuale cedimento del supporto statico a 106,40 riattiverebbe le pressioni ribassiste di breve proiettando i prezzi verso obiettivi short ipotizzabili a 103,20, bottom di metà maggio. Indicazioni contrarie solamente sopra i 110 dollari al barile.

Inizia a fare trading con i Turbo24

Con i Turbo24 puoi fare trading sui indici, azioni, materie prime, criptovalute e forex tutto il giorno senza interruzioni. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Approfitta della volatilità sulle materie prime

Fai trading sui future delle materie prime e altri 27 mercati senza scadenza fissa.

  • Ampia selezione di metalli, energie e soft commodities
  • Spread a partire da 0,3 punti sullo Spot Gold, 2 punti sullo Spot Silver e 2,8 punti sul petrolio
  • Utilizza grafici continui, con storico fino a cinque anni

Vedi opportunità sulle materie prime?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Prova il trading senza rischi
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi opportunità sulle materie prime?

Non perdere la tua occasione. Passa a un conto reale.

  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Spread a partire da 0,3 punti sullo Spot Gold
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi opportunità sulle materie prime?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading