I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 70% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.

Quotazioni Ftse Mib in calo, torna l’attenzione sulle banche

Il Senato vota la fiducia al governo Draghi con 262 voti a favore, spread a 94 punti. Sul Ftse Mib bene i titoli oil, occhio alle banche. Torna a scendere il dollaro ma l’EUR/USD è ancora a 1,20

Mattinata volatile per il Ftse Mib dopo la frenata di ieri. A pochi minuti dall’apertura l’indice di Milano avanzava dello 0,23% a 23.232 punti, ale 10:26 perde lo 0,04%. Anche il resto degli azionari europei lotta per la parità: alle 9:20 il Dax avanza dello 0,05%, il Cac40 perde lo 0,11%, il Ftse 100 lascia sul terreno lo 0,20%.

Ftse Mib in rialzo, ecco le azioni da tenere d’occhio oggi

In una giornata dove i rialzi sembrano concentrati sui titoli petroliferi e sulle utilites, occhio ai movimenti nel comparto bancario.

Torna infatti a salire l’attenzione attorno a Banco Bpm: secondo quanto ricostruisce La Stampa, l’ex Banco di Milano e Unipol, azionista di maggioranza di Bper, starebbero definendo la governance del gruppo che nascerebbe dalla fusione tra le due banche. L’operazione dovrebbe partire però solo nel secondo semestre, dopo il completamento dell'integrazione degli sportelli ex Ubi Banca acquisiti dall'istituto emiliano.

Per Banco Bpm il referente dell’operazione, che "potrebbe contare anche sull'appoggio di qualche socio rilevante", sarebbe il presidente Massimo Tononi. Nell'ambito della futura governance allo studio sarebbe ancora da definire il ruolo dell'attuale AD di Bper, Alessandro Vandelli, aggiunge il quotidiano.

Ancora nessun commento da Banco Bpm, Bper e Unipol. Nel frattempo, i titoli rispettivamente avanzano dello 0,61% Banco Bpm e dello 0,71% Bper, mentre Unipol lascia sul terreno lo 0,51%.

In rialzo le azioni di Credito Valtellinese, che avanzano dell’1,11%. Prosegue l’opa lanciata da Credi Agricole su Creval, per quanto gli azionisti di quest’ultimo siano pronti a dare battaglia: “Riteniamo che l'offerta pubblica di acquisto non sollecitata di 10,50 per azione annunciata da Credit Agricole sia inadeguata” scrive in una nota l'azionista Petrus. Secondo il fondi di investimenti, il fair value del Credito Valtellinese si assesterebbe intorno ai 13,2-17,0 euro per azione su base stand alone in un'ottica di medio termine, che diventano in circa 15,3-21,1 euro per azione il fair value in ottica M&A.

Bene i petroliferi, sulla scia di un nuovo rialzo del prezzo del petrolio. A guidare i rialzi sul Ftse Mib oggi sono le azioni Saipem, che avanzano del 2,45%, seguite dalle Tenaris (+1,44%) e dalle Eni (+0,7% a un giorno dalla pubblicazione dei conti trimestrali).

In calo infine il titolo Enel, che scivola dello 0,19% nonostante Fitch abbia confermato i rating a lungo termine e i rating senior non garantiti sull’aziende energetica e la sua controllata Endesa al livello "A-" per riflettere principalmente la posizione di leadership globale di Enel nelle reti e nelle energie rinnovabili, il business mix difensivo e il suo solido record di raggiungere i target.

Torna a salire lo spread. Il differenziale tra i titoli di stato italiani e quelli tedeschi aumenta a quota 95 punti nelle prime ore di contrattazioni. Ieri il governo Draghi ha ottenuto la fiducia al Senato con 262 voti a favore, 40 contrari e 2 astenuti (1616 voti erano il minimo per ottenere la maggioranza).

La panoramica sul resto dei mercati finanziari

  • Europa – giornata di trimestrali nel Vecchio Continente: attesi oggi i conti di Air France, Orange, Carrefour, Moncler e Nestle . In un clima leggermente volatile a poco più di un’ora dall’apertura gli azionari europei riescono a conquistare la parità, in una giornata povera di dati macro.
  • Usa – dopo la chiusura contrastata di ieri sull’azionariato di Wall Street, oggi i futures Usa proseguono in area rossa. Preoccupa soprattutto il timore di un rialzo dell’inflazione, che già ieri ha provocato un sell-off dei Treasuries Usa decennali con conseguente rialzo dei rendimenti – arrivati all’1,33% rispetto all’1,20% toccato la settimana scorsa.
  • Forex – il balzo dei rendimenti sul decennale Usa ha provocato ripercussioni anche sull’andamento del dollaro, che si è lasciato alle spalle i minimi da tre settimane. Solo nelle ultime ore il Dollar Index è tornato a perdere quota, scendendo di nuovo a 90,73. Tornano a rafforzarsi rispetto al biglietto verde le valute europee: l’EUR/USD sale a 1,2065, il GBP/USD balza a 1,3910.

Inizia a fare trading con i Turbo24

Fai trading su oltre 80 indici tutto il giorno senza interruzioni con i Turbo24 – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri i primi certificati turbo al mondo quotati H24

  • Leva variabile a partire da 3x
  • Rischio limitato
  • Zero commissioni

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading