Poste Italiane: cosa tenere d’occhio in vista dei conti trimestrali

In ribasso tutti i principali indicatori, reggono solo il comparto servizi finanziari e assicurativi. Un futuro in Aspi?

I conti trimestrali di alcuni dei principali titoli sul Ftse Mib continuano oggi a determinare l’andamento di Piazza Affari, che chiude in calo dello 0,11% spinta al ribasso soprattutto dalle cattive performance degli industriali (Saipem -9,08%, Tenaris -4,58%) e delle banche, con Unicredit che guida le perdite a -3,48%. Alla luce di un primo semestre 2020 che finora non ha riservato che sorprese in negativo, alla fine della settimana sarà la volta di Poste Italiane a pubblicare i conti trimestrali.

Cosa prevede il consensus?

Per il trimestre appena concluso gli analisti di undici banche d’affari prevedono ricavi consolidati del gruppo Poste Italiane pari a 2,31 miliardi di euro, inclusi in una forbice tra 2,38 miliardi al massimo e 2,28 miliardi al minimo (nello stesso periodo del 2019 i ricavi erano ammontati a 2,67 miliardi di euro). Il settore dei servizi finanziari si conferma il più redditizio, contribuendo al totale con 1,08 miliardi di ricavi, seguito dal core business di corrispondenza, pacchi e distribuzione (686 milioni di euro), dai servizi assicurativi (374 milioni) e infine il segmento pagamento e mobile (167 milioni).

Quanto al reddito netto si prevede un range incluso tra 244 milioni di euro e 327 milioni – in media ci si aspetta 282 milioni, quasi la metà rispetto ai 464 milioni del secondo trimestre 2019. Si calcola che il segmento corrispondenza, pacchi e poste avrà perso circa 175 milioni (nello stesso periodo dello scorso anno le perdite si erano fermate a 67 milioni), il comparto pagamento e mobile segnerà un ribasso di 59 milioni (nel 2019 era aumentato di 54 milioni), compensato d’altra parte dai settori servizi finanziari (173 milioni) e servizi assicurativi (232 milioni).

Il tutto si tradurrà in un utile da 199 milioni di euro, media tra una forbice stimata tra un minimo di 147 milioni e un massimo di 235 milioni.

Quali nuovi orizzonti per Poste?

Guardando verso l’esterno invece Poste Vita, la compagnia di assicurazione afferente all’omonimo gruppo assicurativo (di cui fa parte anche Poste Assicura) controllato da Poste Italiane, sembrerebbe essere tra i candidati che hanno messo gli occhi sull’ingresso in Autostrade per l’Italia dopo che, a metà luglio, la querelle tra il governo e la controllante di Aspi, Atlantia , sono arrivate a un accordo circa la concessione autostradale per cui quest’ultima dovrà progressivamente ritirarsi da Aspi.

Poste Vita dovrà concorrere contro una serie di sfidanti tra cui in fondo sovrano del Qatar, il fondo di investimento Blackstone e il colosso degli investimenti Blackrock.

Scopri come fare trading sulle azioni Poste Italiane e altri mercati con IG

Come sta andando Poste rispetto ai target 2022?

Secondo il piano strategico quinquennale stilato da Poste Italiane nel 2017, entro il 2020 il gruppo avrebbe dovuto raggiungere ricavi da 10,9 miliardi di euro, per un profitto netto pari a 1,1 – il 13% in più rispetto al 2017.

Come si sta muovendo il titolo in Borsa?

Chiusura negativa per le quotazioni di Poste Italiane, che concludono la sessione odierna in calo dello 0,30% scendendo a 7,87 euro per azione.

Al 20 luglio 2020 gli analisti di Mediobanca giudicano le azioni del gruppo Poste Italiane “Outperform”, rialzando il target price a 11 mila euro, mentre per Kepler Cheuvreux si confermano “Topo pick” a prezzo leggermente inferiore, 10 mila euro.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali con i CFD e le barrier.

  • Aumenta la tua esposizione sul mercato con la leva
  • Spread a partire dallo 0,1%
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Accedi al tuo conto demo
  • Apri una posizione
  • Scopri se le tue previsioni erano corrette

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Fai trading su una vasta selezione di azioni
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.