Terre rare: cosa sono e perché sono al centro della guerra commerciale Usa-Cina

Guerra commerciale Usa-Cina: Pechino pronto ad utilizzare le terre rare per controbilanciare le mosse di Washington. Xi Jinping visita uno maggiori stabilimenti del Paese: boom delle azioni. Cosa sono le terre rare?

Terre rare Fonte: Bloomberg

Cina pronta ad utilizzare le terre rare per controbilanciare le mosse statunitensi contro il Dragone. In una fase di stand-by sul fronte del colloqui commerciali tra Washington e Pechino, la scorsa settimana ha fatto discutere la visita del presidente Xi Jinping presso uno dei maggiori stabilimenti di terre rare del Paese: poco è bastato a scatenare i rumors circa una possibile contro mossa della potenza asiatica riguardante la propria posizione dominante sull’export della materia prima. Cosa sono le terre rare? A cosa servono? Perché sono così importanti?

Cosa sono le terre rare?

Secondo la definizione ufficiale, le terre rare sono un gruppo di 17 elementi chimici della tavola periodica, utilizzati in settori diversi, dall'elettronica più commerciale, alla più alta tecnologia, alle attrezzature militari. L’appellativo “rare” si lega all’origine degli elementi di base, ossidi non comuni isolati ed estratti per la prima volta nel diciottesimo secolo; solo più avanti si scoprì un’elevata concentrazione di questi all’interno della crosta terrestre.

Delle terre rare fanno parte scandio, ittrio, lantanio, cerio, praseodimio, neodimio, promezio, samario, europio, gadolinio, terbio, disprosio, olmio, erbio, tallio, itterbio e lutezio.

Tra i principali prodotti che utilizzano terre rare nel processo produttivo compaiono magneti, catalizzatori, componenti di veicoli ibridi, laser e fibre ottiche.

Terre rare: le aziende performanti

Sebbene la Cina al momento non abbia esplicitamente deciso di limitare la vendita di materia prima agli Stati Uniti, i media cinesi hanno dato la cosa per certa. La prospettiva che il valore delle commodities potesse salire sull’inasprirsi delle tensioni commerciali ha causato forti aumenti delle quotazioni azionarie dei principali produttori asiatici, compresa la società visitata da Xi: le azioni JL MAG Rare-Earth Co Ltd sono infatti salite del 10%, raggiungendo il proprio massimo storico, con un +134,1% nel solo mese di maggio; China Rare Earth Holdings Ltd è cresciuta di oltre il 40%, mentre l'australiana Lynas Corp, unico produttore di terre rare al di fuori della Cina, ha performato del +14,6%.

Terre arer: l'opinione della stampa

Senza lasciare nulla al caso, il People's Daily ha titolato un pezzo "Stati Uniti, non sottovalutare la capacità della Cina di contrattaccare", evidenziando la "scomoda" dipendenza degli americana dalle terre rare del Dragone.

Complessivamente, dati al 2017, l'export annuo inese di terre rare si è attestato a 96,1 milioni di dollari, il 32% verso gli Stati Uniti, il 17% verso il GIappone. Seguono col 10% il Regno Unito e con poco più del 9% la Corea del Sud. 

Il giornale del partito comunista non si è inoltre tirato indietro dal commentare la situazione, riportando in un editoriale: "Consigliamo alla fazione americana di non sottovalutare la capacità cinese di salvaguardare i propri diritti ed interessi di sviluppo. Poi non dite che non vi avevamo avvertito!".

L'espressione "non dite che non vi avevamo avvertito", hanno precisato da Reuters, è stata generalmente utilizzata dai media cinesi per mettere in guardia i rivali sulle principali aree di disaccordo: per fare un esempio, il Dragone la sfoggiò nel 2017 durante una disputa di confine con l'India, nonché nel 1978 prima che la Cina invadesse il Vietnam.

Cina: posizione dominante per vantaggio diplomatico

Sebbene il divieto sull’export dell terre rare sia un'arma potente se usata all’interno di un contesto commerciale già complicato, è altrettanto vero che la Cina sfrutterà tale arma principalmente come arma di difesa, perché la stessa Cina, perdendo il suo primo acquirente, potrebbe a sua volta incorrere in perdite consistenti.

Non è la prima volta che Pechino sfrutta l’arma delle terre rare per dare filo da torcere ai propri antagonisti/acquirenti mondiali. Nel 2010, il Dragone ha tagliato le esportazioni di commodities in direzione del Giappone, dopo che un peschereccio cinese si è scontrato con due navi della Guardia costiera nipponica vicino alle isole disabitate del Mar Cinese orientale che entrambi i Paesi rivendicano.

Terre rare: Cina unico player?

Nel 2012, Giappone, Stati Uniti ed Unione Europea si sono lamentati con l'Organizzazione Mondiale del Commercio (Wto) per le restrizioni poste dal Governo cinese sullo scambio di materie prime. Due anni dopo, la Cina è stata richiamata dal Wto per aver sfruttato la scusa dei “motivi ambientali” per alterare i livelli di offerta ai partner mondiali.

In attesa di conoscere gli sviluppi, qualora la Cina dovesse sfruttare la propria posizione dominante per ottenere un vantaggio diplomatico, non è da escludere un'accelerazione della capacità di estrazione di terre rare da California e Australia.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.