I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

La PBOC abbassa inaspettatamente il tasso di interesse per rilanciare l’economia

La banca centrale cinese ha deciso di abbassare il tasso di riferimento per i prestiti a cinque anni ma ha lasciato un altro tasso chiave invariato. La politica monetaria desta molte preoccupazioni.

La mossa a sorpresa della PBOC (People Bank of China) ha fatto capire quanto le autorità governative siano preoccupate per la crescita economica.

La massima autorità cinese in campo monetario ha deciso di abbassare di 15 bps dal 4,6% al 4,45% il tasso di riferimento per i prestiti a cinque anni o più, la più grande riduzione dal 2020 dove scesero solo dello 0,1%. Allo stesso tempo ha però deciso di mantenere invariato il tasso di riferimento per i prestiti ad un anno, fermo al 3,7%.

Nelle intenzioni della PBOC, questo intervento dovrebbe sostenere il settore immobiliare - che pesa tra il 15% e il 25% del PIL - così da stimolare la ripresa delle attività che, ad oggi, non hanno ancora recuperato le perdite causate dalla pandemia e dal fallimento di Evergrande a fine 2021.

Il gigante asiatico stenta a rialzarsi

Da inizio anno, la crescita economica cinese è fiacca e molto lontana rispetto ai livelli desiderati dal presidentissimo Xi Jinping. Le forti restrizioni - dovute ad una ripresa dei contagi da Covid-19 all’inizio del 2022 - hanno frenato le attività economiche cinesi. Rinchiusi nelle proprie abitazioni, i cittadini cinesi hanno visto diminuire la loro propensione al consumo, che è scesa notevolmente o si è spostata parzialmente sui canali online, paralizzando l’economia reale. Infatti, non solo le vendite al dettaglio a marzo erano scese del 3,5% - il più grande calo dal 2020 - ma anche la produzione industriale ha mostrato un deciso rallentamento. Infine, la chiusura pressoché completa del porto di Shanghai ha contribuito soprattutto alla riduzione delle esportazioni di beni finiti e semilavorati dal paese, contraendo ulteriormente la crescita economica.

Di conseguenza, al contrario dei paesi occidentali, a marzo il tasso di inflazione cinese è cresciuto solo dell’1,5% a/a, riflettendo la scarsa domanda interna. Infatti, il governo non vuole introdurre stimoli monetari a sostegno dell’economia reale nella sua interezza - come fatto nel 2020 - ma vuole aiutare un solo settore economico - quello immobiliare - sofferente e strategico allo stesso tempo.

Nonostante ciò, le stime del governo cinese sul PIL 2022 sono ferme al 5,5%, anche se non sono pochi quelli che dubitano sul raggiungimento di questo risultato per l’anno in corso, visti i dati macroeconomici allarmanti.

Quali sono i rischi di questa manovra?

Molti investitori sono preoccupati che la PBOC abbia abbassato il tasso di riferimento troppo repentinamente. Questa azione potrebbe svilire eccessivamente lo yuan, spingere al rialzo le pressioni inflazionistiche e mettere a dura prova il sistema di cambio gestito dal governo. Infatti, già nel 2015, la banca centrale cinese aveva “bruciato” l’equivalente di un trilione di dollari in riserve di valuta estera per contrastare il deprezzamento della valuta. Come oggi, anche allora i mercati stavano liquidando asset cinesi - a causa della scarsa crescita interna del paese - e stavano riposizionando il proprio portafoglio verso investimenti negli Stati Uniti dove un rialzo dei tassi garantiva rendimenti maggiori.

Come stanno andando gli indici legati alla Cina?

Il China A50 future ha mostrato un forte balzo a 13500, andando a testare i massimi di inizio mese. Un primo segnale positivo dopo le pesanti perdite evidenziate nei primi tre mesi dell’anno. Il rialzo dell’indice Hong Kong HS50 è stato minore e siamo ancora lontani da resistenze significative di breve situate sopra i 21 mila punti. Dai minimi di maggio i prezzi dell’HS50 sono comunque saliti dell’8% da 19220 a 20680.

Inizia a fare trading con i Turbo24

Con i Turbo24 puoi fare trading sui indici, azioni, materie prime, criptovalute e forex tutto il giorno senza interruzioni. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Cogli le opportunità

Fai trading sui principali indici globali.

  • Opera su mercati al rialzo e al ribasso
  • Spread a partire da 0,8 su FTSE 100 e Germany 30
  • Trading sui principali indici disponibile H24

Vedi opportunità sugli indici?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Prova il trading senza rischi
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi opportunità sugli indici?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Spread a partire da 0,8 su FTSE 100 e Germany 30
  • Trading sui principali indici disponibile H24
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi

Vedi opportunità sugli indici?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading