Dax in stand-by. Vola Wirecard dopo l'accordo con Softbank. Indice Ifo in calo

Dax diviso tra più forze: bene l'accordo Softbank per l'acquisto del 5,6% di Wirecard; titolo vola a Francoforte. Pesa il peggioramento della fiducia aziende tedesche e il settore auto. Nissan: utile 2019 ai minimi da 10 anni.

Francoforte Fonte: Bloomberg

Torna a calare la fiducia delle aziende tedesche, con l’indice Dax che si muove attorno alla soglia della parità: nel mese di aprile l’indice Ifo ha toccato quota 99,2, al di sotto delle attese a 99,9 e in direzione opposta rispetto al dato di marzo, in crescita a 99,6. Negativa la reazione del paniere di riferimento, che dopo essere tornato positivo a circa mezz’ora dall’apertura degli scambi, ha svoltato nuovamente al di sotto dello zero. A livello macro, peggiorano anche le aspettative di business delle imprese in Germania per i prossimi sei mesi.

Accordo Wirecard-Softbank: partnership sui pagamenti online

A trainare a rialzo il Dax di Francoforte, il titolo Wirecard (+8%), dopo la decisione del colosso giapponese, SoftBank, di acquistare una quota pari al 5,6% nella società di pagamenti tedesca, rilevando obbligazioni convertibili per un valore di circa 900 milioni di euro. Per far ciò, Wirecard emetterà un bond con cadenza a cinque anni esclusivamente rivolto a Softbank, da 130 euro ad azione.

L’unione delle due realtà permetterà di compiere passi avanti nella ricerca di nuove soluzioni di pagamento digitale, nonché di espandersi nele rispettive aree di interesse: SoftBank supporterà l'espansione di Wirecard in Giappone e Corea del Sud, lo stesso farà la tedesca all’interno dei confini europei.

Settore auto in calo: pesa il taglio delle stime di Nissan

A pesare sull’indice tedesco è invece il settore dell’automotive, che rispecchia la debolezza generalizzata mostrata dal settore in tutt’Europa. Negative Continental e Volkswagen, con ribassi poco sopra il punto percentuale, seguite dai cali nell’ordine dello 0,6-0,8% di BMW e Daimler; quest’ultima venerdì presenterà i propri dati trimestrali.

A riportare pressioni sul settore dell’auto, i risultati di casa Renault, con Nissan che ha tagliato le previsioni sugli utili per l'intero anno al minimo da quasi un decennio a causa della debolezza del business negli Stati Uniti. Il gruppo giapponese, dopo l’addio di Carlos Ghosn (arrestato per illeciti fiscali), si aspetta un utile operativo per l'anno conclusosi a marzo in calo del 45% rispetto all’esercizio precedente.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.