FTSE Mib poco mosso, prevale la cautela. Moscovici sull'Italia: rischio per l'Eurozona

Indice FTSE Mib poco mosso. Commissario Ue Pierre Moscovici: Italia fattore d'incertezza per la zona euro. Stime debito/Pil 2019: 132,6%. Recuperano terreno azioni Juventus e titolo Prysmian. Male TIM; Unicredit sotto esame.

Piazza Affari Fonte: Bloomberg

FTSE Mib attorno alla soglia della parità dopo le negative dichiarazioni del Commissario Ue agli affari economici, Pierre Moscovici. Dopo aver testato ieri un minimo di giornata in area 21.500, l’indice è tornato oggi a 21.700, ben inquadrato all’interno del canale rialzista in essere da inizio 2019, con prima zona di test a rialzo a 21.800-21.850.

Moscovici: Italia fattore di rischio per tutta l’Eurozona

"L'Italia sta soffrendo una situazione di stagnazione, se non di recessione” ha dichiarato Moscovici a margine dei lavori degli Spring Meetings del Fondo monetario internazionale. “La situazione italiana è fonte di incertezza per tutta l'Eurozona. Servono riforme strutturali vere e credibili e misure per la crescita. E non è questione di essere duri, ma il debito deve calare".

Rivolgendosi direttamente all’Italia, il Commissario ha proseguito ribadendo che “tutti devono rispettare le regole e gli impegni presi. E' una questione di credibilità e di sostenibilità". In caso contrario, ha chiosato Moscovici, “prenderemo le dovute decisioni per l'Italia sulla base delle nostre stime".

La data della decisone europea è stata calendarizzata il prossimo 7 maggio, data in cui “dovranno tornare i conti” sulla base delle indicazioni fornite dai legislatori centrali.

Tria: positivo sul debito, nonostante la revisione Def

Dal canto suo, il ministro all’economia italiano, Giovanni Tria, confida nel fatto che “l'Italia riuscirà a superare l'esame di Bruxelles sul debito pubblico”, nonostante gli ultimi dati ufficiali presentati dal governo indichino un netto sforamento. Nel Documento di economia e finanza (Def) approvato dal Consiglio dei ministri ad inizio settimana, il Tesoro ha stimato un livello di debito/Pil 2019 pari al 132,6% (132,2% nel 2018), che dovrebbe ridursi al 131,3% nel 2020.

FTSE Mib: titoli migliori di giornata

Tra i milgiori titoli di giornata compaiono i nomi di Juventus (+2,8%) dopo i ribassi di ieri che hanno fatto seguito al pareggio fuoricasa del tram bianconero contro l’olandese Ajax, e Prysmian (+1,8%) che tenta di risalire dopo la discesa di giovedì generata dal rinvio dell'approvazione del bilancio 2018 da parte dell'assemblea. Le difficoltà del produttori di cavi elettrici, ancora una volta, si concentrano attorno al progetto WesterLink Cable Project, il sistema che permette il trasporto di energia dalla Scozia a Galles ed Inghilterra, che ha subito due blackout nell’arco di nemmeno due mesi. WesterLink impatterà sui conti di Prysmian per 60 e 80 milioni di euro a livello di Ebitda rettificato 2018.

FTSE Mib: titoli peggiori di giornata

Situazione transitoria per UniCredit, che alterna fasi di perdita a recuperi dopo la cessione di crediti retail unsecured del valore nominale di 210 milioni di euro circa a MBCredit Solutions (gruppo Mediobanca): complessivamente si parlerebbe di un portafoglio di 9.300 contratti dal valore nominale di 51 milioni, sui farà seguito l’acquisto di altri quattro portafogli rolling di natura analoga relativi all’anno 2019, per un totale di 160 milioni di flussi futuri.
Male anche Telecom Italia, che sconta le voci di una possibile entrata di Sky Italia nel mercato della telefonia fissa entro la fine dell’estate, in un contesto di mercato altamente sfidante e competitivo per i gruppi attivi del comparto tlc.

ftsemib1204

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.