Anno da dimenticare per l'indice Dax. Maglia nera 2018: Deutsche Bank. Sos inflazione

Francoforte miglior piazza europea di giornata. Tra i titoli più performanti, Deutsche Bank, Siemens e Bayer. Da inizio anno, il listino ha perso quasi il 20%. Preoccupazioni per il futuro dell'economia tedesca: si teme il ribasso dell'inflazione sotto il target del 2% (1,9% annuo).

Dax
Fonte: Bloomberg

Dax tedesco best performer di giornata, con una variazione fino all’1,8% in una seduta positiva per i listini europei. Deutsche Bank tra i titoli migliori, sebbene la performance da inizio anno sia la peggiore dell'intero indice.

Intanto il mercato resta concentrato sui dati: da una prima lettura dell'inflazione tedesca di dicembre, il livello dei prezzi (e dunque il monte dei consumi) in Germania dovrebbe mostrare una battuta di arresto. La stima preliminare ufficiale sarà pubblicata alle 14:00 di oggi.

Secondo il consensus, il tasso d’inflazione tedesco nel 2018 dovrebbe attestarsi all’1,9% (a livello sia di indice armonizzato, che di indice nazionale), valore ridimensionato rispetto alle precedenti rilevazioni di novembre, al 2,2% armonizzato e 2,3% nazionale.

Dei 16 laender tedeschi che concorrono alla media nazionale, i dati dei primi cinque stati federati confermerebbero il raffreddamento dell'inflazione nazionale a dicembre. Nel caso di specie, il rallentamento della crescita dei prezzi più evidente si dovrebbe registrare nelle regioni più popolose, vale a dire Nord Reno Westfalia, Bavieria e Baden Wuerttemberg, seguite da Sassonia ed Assia.

2018 da dimenticar per il Dax: qual è il peggior titolo ytd?

Con un +1,8% in mattinata, l’indice Dax di Francoforte prova ad alzare la testa in un anno decisamente negativo: rispetto ai livelli di inizio anno, il listino tedesco ha perso il 18% circa del proprio valore, variazione che sale al 22% se si considerano i massimi di gennaio. Agli attuali livelli, il paniere prezza sui livelli di fine novembre 2016, sui minimi da due anni.

Tra i titoli migliori di giornata, Deutsche Bank, Siemens e Bayer, rispettivamente a +3% il primo e +2% circa gli altri due. Proprio Deutsche Bank, da inizio anno ha registrato la performance peggiore dell’intero indice, con un calo del 56%. Non meglio Bayer, che ha perso nel corso del 2018 il 41% della propria capitalizzazione, seguita a stretto giro dalle acciaierie Thyssenkrupp (-38% ytd) e gli aerei Lufthansa (-36% ytd).

Top performer tedesca nell’anno 2018 è l’azienda dei pagamenti online, Wirecard. Buoni risultati, infine, per Adidas, a +9%.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Trova articoli per analista

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.