I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Indice Mib vivace nel giorno della Bce, effetto Biden ravviva i mercati

Quotazioni in rialzo sull’indice Mib, Stellantis prosegue la scalata. Biden presidente Usa scalda i mercati, futures su Wall Street in rialzo, dollaro debole

  • A Milano il Ftse Mib avanza alle 10:50 dello 0,93%, maglia rosa tra le Borse europee
  • Tra gli azionari europei solo il Cac40 scivola al di sotto della parità ,a -0,05%. Bene invece il Dax, +0,45%, Londra, +0,13% e Madrid, +0,16%
  • Effetto Biden fa scendere il dollaro, torna risk on sui mercati. Sotto pressione anche l’euro, oggi riunione Bce

Le Borse europee aprono intonate nel primo giorno da presidente Usa di Joe Biden e della Banca centrale europea. Il Ftse Mib conserva i guadagni dell’apertura e, a due ore dall’avvio della seduta, avanza dello 0,93%.

Bene anche il resto degli azionari del Vecchio Continente: Dax +0,53%, Cac40 +0,23%, Ftse 100 +0,18%, Ibex +0,28%, con gli occhi alla conferenza stampa della presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde, nel primo pomeriggio.

Quotazioni Ftse Mib in rialzo, attenzione oggi sulle banche

L’indice di Milano a quasi un’ora dall’apertura avanza dello 0,93%, a 22.650 punti. Tra i titoli in rialzo spica quello Campari, che guadagna l’1,05%; occhi anche su Telecom, che si mantiene a +0,30% nel giorno in cui il consiglio di amministrazione ha avviato l'iter per la presentazione di una lista propria per il rinnovo del board, che scadrà con l'approvazione del bilancio dello scorso esercizio.

Bene Generali, +1,01% a 14,96 euro per azione, e Cattolica, che avanza dell’1,06% nel giorno della riunione del consiglio d’amministrazione, che deciderà sul divorzio della bancassurance da Banco Bpm – oltre che di questioni legate alla governance.

Frena la corsa, ma senza mai scendere al di sotto della parità, il titolo Stellantis. A quasi un’ora dall’apertura la casa automobilistica nata dalla fusione di Fca e Psa avanza dello 0,26%.

Attenzione infine alle banche nel giorno della decisione sulla politica monetaria dell’istituto centrale europeo. Stando a quanto scrive il Sole 24 Ore, gli istituti europei si sono in larghissima parte adeguati all'invito alla cautela giunto dalla Bce sulla distribuzione degli utili. Il quotidiano riporta indiscrezioni trapelate da Francoforte dopo la scadenza del termine entro cui le banche intenzionate a pagare dividendi o effettuare buyback erano tenute a informare i joint supervisory team, il 15 gennaio.

Notizie dal resto dei mercati finanziari

  • Europa – due gli appuntamenti di oggi delle istituzioni comunitarie: alle 13:45 la decisione sul tasso di interesse, seguita a stretto giro dalla conferenza stampa della numero uno di Francoforte, Christine Lagarde. Gli analisti non si aspettano tuttavia grandi cambiamenti dalla riunione di oggi: la Bce ha già annunciato aumento sulla portata del Pepp (Pandemic emergency purchasing programme) a dicembre, dunque è probabile che oggi assuma un tono accomodante, soprattutto in considerazione dei recenti, preoccupanti sviluppi della pandemia di covid-19 – con le nuove varianti in circolazione e il rallentamento nella distribuzione dei vaccini da parte di Pfizer.
  • Entro le 18:00 saranno invece rese note le conclusioni della riunione del Consiglio europeo che, proprio in queste ore, ha riunito i capi di Stato e di governo dell’Unione. I leader europei si confronteranno circa il coordinamento di una risposta comune alla pandemia di covid-19 e sul piano vaccini.
  • Usa – a poche ore dall’insediamento alla Casa Bianca il nuovo presidente Usa, il democratico Joe Biden, ha già firmato 17 ordini esecutivi con cui modifica e, in certi casi, ribalta definitivamente, la politica del suo predecessore, il repubblicano Donald Trump. È il caso dello stop alla decisione di Washington di ritirarsi dall’Oms e del rientro degli Usa negli accordo di Parigi.
  • Forex – L’ottimismo seguito all’insediamento di Biden (che, agli occhi degli investitori, equivale a una concreta prospettiva di un piano di aiuti che lo stesso neo-presidente ha quantificato in 1.900 miliardi di dollari, per risollevare l’economia Usa danneggiata dal covid-19) ha provocato un calo del dollaro in favore di valute più rischiose, forte del rinnovato sentimento di risk-on sul mercato. Dall’altro lato dell’Atlantico, invece, l’incontro della Bce non fa presagire rilevanti novità, in grado di ripercuotersi sull’andamento del mercato valutario. Al momento dunque il cambio EUR/USD avanza dello 0,29% e torna a quota 1,2140, mentre l’USD/JPY scende a 103,437. Prosegue invece la picchiata dell’euro-sterlina, mentre l’Europa resta indietro sul fronte vaccini: al momento il cambio scende a 0,8841.
  • Materie prime – leggero calo nel prezzo del petrolio: il Wti viene scambiato per 52,87 dollari al barile (-0,83%), il Brent per 55,61 dollari (-0,84%).

Inizia a fare trading con i Turbo24

Fai trading su oltre 80 indici tutto il giorno senza interruzioni con i Turbo24 – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri i primi certificati turbo al mondo quotati H24

  • Leva variabile a partire da 3x
  • Rischio limitato
  • Da zero commissioni*

*Viene applicata una commissione solamente per operazioni con nozionale inferiore a €100

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading