I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.

Ftse Mib in forte calo, paura covid fa balzare lo spread

Il covid-19 fa tremare l’Europa, in Francia si va verso un nuovo lockdown. La stagione delle trimestrali inizia con il piede sbagliato, a Milano l’indice Mib perde oltre il 2,5%. EUR/USD di nuovo a 1,17

  • Alle 10:30 i lDax perde il 3,05%, il Cac40 il 2,78% e il Ftse 100 di Londra l’1,73%
  • Ftse Mib in calo a -2,56%, a 18.177 punti. Timido rimbalzo di Diasorin dopo trimestrale peggiore delle aspettative, male banche e industriali
  • L’EUR/USD torna al di sotto di quota 1,18 sui rinnovati timori per covid e pressioni economiche. Giù anche il prezzo del petrolio, Wti ancora a 38 dollari

La situazione coronavirus si fa sempre più grave in Europa e pesa sugli azionari europei, che aprono tuti al di sotto della parità – Ftse Mib compreso. Stasera il presidente francese Emmanuel Macron parlerà alla nazione, diventata in pochi giorni epicentro del virus nel continente, e non si esclude l’ipotesi di un nuovo lockdown nazionale in Francia.

A mezz’ora dall’apertura della sessione il Dax di Francoforte perde il 3,48%, la Borsa di Parigi scende del 3,69%, Londra lascia sul terreno il 2,45% e l’intero indice europeo Stoxx 600 scende del 3,12%.

Parlando con la Bbc, la portavoce dell’Organizzazione mondiale della sanità Margaret Harris, in una settimana le vittime di coronavirus in Europa sono aumentate del 40% e i contagi di un terzo. I responsabili? Secondo Harris sarebbero i governi che, al contrario di quanto accaduto in Asia, non hanno fornito ai cittadini chiare indicazioni circa le modalità di auto-isolamento.

Indice Mib in calo, male le prime trimestrali

Sull’indice di Milano a quasi un’ora dall’apertura l’unico titolo in rialzo è quello della farmaceutica Diasorin, che avanza dello 0,52%.

Quanto al resto crollano i petroliferi, sulla scia della rinnovata debolezza del prezzo del petrolio (il Wti viaggia a 38,39 dollari al barile, in calo di oltre il 2%, il Brent a 40,17 dollari, -2,5%), e gli industriali. Le azioni Saipem scontano una cattiva trimestrale: stamattina ha riportato una perdita netta di 1,02 miliardi di euro in nove mesi (nello stesso periodo del 2019 l’utile era ammontato a 44 milioni) e nei primi minuti di scambi perdono il 3,47%, salvo poi riguadagnare la parità – alle 10.33 salgono dello 0,36%.

Attesi in giornata i dati trimestrali anche di Eni, Fca e Amplifon. Alle dieci si riunisce inoltre il consiglio d’amministrazione di Mediobanca, il primo dall’aumento della partecipazione di Leonardo Del Vecchio – che da quest’estate ne è diventato azionista di maggioranza.

Cali generalizzati anche sul settore bancario dopo l’impennata dello spread. Nelle ultime ore il differenziale tra i Btp e i Bund tedeschi è aumentato del 5,30%, a 139 punti base – il che ha portato a rinnovate pressioni sui titoli bancari: le azioni Unicredit perdono il 4,3%, quelle Intesa Sanpaolo lasciano sul terreno oltre il 4%, il titolo Banco Bpm segna un ribasso del 2,81%, le quotazioni Mediobanca – in attesa del Cda – scendono del 3,55%.

Attenzione infine attorno alle quotazioni di Generali. Al momento il titolo perde il 2,19%, allineato al resto del listino, ma si susseguono indiscrezioni secondo cui avrebbe inserito in un unico dossier Aviva Polonia e Francia – Aviva stessa avrebbe intenzione di vendere i due asset a un unico acquirente e Generali sarebbe pronta a farsi avanti.

Futures Wall Street in rosso, paura virus ed elezioni

La situazine non migliora negli Stati Uniti, dove la media dei contagi giornalieri da covid-19 è aumentata a 71 mila casi e la nazione si appresta a radunarsi ai seggi elettorali per le elezioni del 3 novembre – sebbene circa 40 milioni di cittadini Usa abbiano già provveduto a votare per corrispondenza.

Anche a Newark, nei pressi di New York, è scattato il coprifuoco, mentre El Paso in Texas è in lockdown per due settimane. Nel frattempo, l’indice Vixdella volatilità balza a 36,6, il massimo da settembre: ai timori per il coronavirus si aggiunge infatti anche l’incertezza per l’esito del voto.

Già si parla di una “Blue Wave”, in considerazione del vantaggio del candidato democratico Joe Biden sul presidente in carica, il repubblicano Donald Trump. Eppure non mancano i timori di un esito contestato, con Trump che già minaccia ritorsioni in caso di conteggio dei voti poco chiaro.

L’incertezza sul mercato valutario si traduce in una rinnovata debolezza per il dollaro, che nei confronti dello yen scende a 104,333, mentre anche l’euro perde terreno sulla scia dei timori per il virus e l’EUR/USDscende al di sotto della soglia di 1,18, tornando in zona 1,1750.

A Wall Street i futures viaggiano in netto calo: quelli sul Dow Jones perdono l’1,62%, quelli sul Nasdaq l’1% mentre i contratti sull’S&P 500 scendono dell’1,29%.

Come si è chiusa la giornata in Asia?

Tra gli indici asiatici in calo la Borsa di Hong Kong, che perde lo 0,32%, e quella di Tokyo, che chiude in ribasso dello 0,29% frenata dalle cattive notizie sul fronte covid-19 in arrivo da Europa e Usa, oltre che dall’eccessivo rafforzamento dello yen che ne è derivato.

Bene invece la Cina, dove Shanghai chiude in rialzo dello 0,46%, Shenzhen dello 0,89% e il China A50 avanza dello 0,54%.

Inizia a fare trading con i Turbo24

Fai trading su oltre 80 indici tutto il giorno senza interruzioni con i Turbo24 – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri i primi certificati turbo al mondo quotati H24

  • Trading 24 ore su 24 ore e zero commissioni
  • Prodotto quotato e accesso trasparente al book degli ordini
  • Leva e rischio adatti a ogni tua esigenza

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading