Powell (Fed) spinge il dollaro a ribasso. USD/CNH ai minimi dal luglio 2018

Dollaro in calo sulle parole di Jerome Powell: Fed paziente sul rallentamento economico. Nessun commento sulla politica di Donald Trump. Oggi l'incontro con Kim Jong Un. Le trattative Usa-Cina spingono borse asiatiche e yuan.

Fonte: Bloomberg

Nuovo rialzo per le borse asiatiche, tornate a ridosso dei massimi di cinque mesi dopo le prese di profitto di ieri. Con il mercato che ancora beneficia della rinnovata fiducia successiva alla decisione del presidente americano, Donald Trump, di rimandare l’aumento dei dazi americani sull’import di merci cinesi (200 miliardi di dollari), il biglietto verde si è avvicinato al minimo di tre settimane.

Dollaro USD in calo

A spingere a ribasso la divisa a stelle e strisce sono state le parole del governatore della banca centrale americana, Jerome Powell, che nel corso della propria testimonianza in Senato, ha ribadito l’approccio più "paziente" adottato dalla politica a stelle e strisce, da imputarsi prevalentemente ad un rallentamento dell’economia mondiale, in balia di innumerevoli rischi (in primis, calo della crescita in Cina ed incognita Brexit).

L’indice Nikkei di Tokyo ha chiuso le contrattazioni a rialzo dello 0,5%, grazie ai titoli più difensivi e ai settori farmaceutico e immobiliare. Gli Usa, intanto, hanno mostrato dati più deboli delle aspettative sulla vendita di case; i numeri sulla costruzione di nuovi immobili è crollata a dicembre ad un minimo da due anni, mentre la costruzione di abitazioni singole e plurifamiliari è calata, mettendo in ombra il rimbalzo della fiducia dei consumatori, risalita a febbraio dopo tre mesi di calo.

Positive anche le borse di Hong Kong e Sidney, rispettivamente al +0,2% e +0,35%. Sulla parità, Shanghai.

Jerome Powell in Senato: conferma una Fed "paziente"

Powell, spiegando l'approccio della Fed rispetto ad un'economia che probabilmente rallenterà, ha risposto alle domande dei senatori del comitato bancario con un "non c'è fretta di esprimere un giudizio" su ulteriori cambiamenti dei tassi di interesse, evitando invece di sbilanciarsi su qualsivoglia commento legato a Donald Trump e ai risvolti legati alla politica commerciale voluta da questo.

I toni più accomodanti, uniti ai dati deludenti sulle vendite al dettaglio, mossisi in direzione opposta rispetto alle rilevazioni del mercato del lavoro (con assunzioni costanti, crescita dei salari e bassa disoccupazione), hanno fatto perdere posizioni al dollaro statunitense, sui minimi dalla prima settimana di febbraio (dollar index a ridosso dei 95,50).

In evidenza il cambio USD/CNH, che si conferma poco sopra a quota 6,68, livello che mancava dal luglio 2018.

Eventi macro in agenda

Tra gli appuntamenti in agenda, nel pomeriggio di oggi si terrà la seconda parte della testimonianza di Jerome Powell in Senato, mentre è il presidente degli Stati Uniti incontrerà il leader nordcoreano Kim Jong Un per il loro secondo summit ad Hanoi: Obiettivo dell’incontro, raggiungere un equilibrio sulle armi nucleari sfruttate dalla Corea del Nord e porre fine ad una ostilità che dura da oltre 70 anni.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.