Passi avanti sull'accordo Brexit. Sterlina in rafforzamento. EUR/GBP -0,5%

Sì all'intesa tra Gran Bretagna e autorità Ue. Palla ai 27 Paesi membri, che esamineranno l'accordo fino al meeting straordinario del Consiglio europeo di domenica. Bene la divisa inglese contro euro, che guadagna circa mezzo punto percentuale; +0,7% contro dollaro, cambio sul quale pesa la chiusura di Wall Street.

Sterlina pound
Fonte Bloomberg

Londra, raggiunta l’intesa del Regno Unito con la Commissione europea sulla bozza di dichiarazione dei rapporti per l'uscita dall’Unione. Si compie così un nuovo passo avanti verso la Brexit, che domenica potrebbe concludere l’accordo.

Positiva la reazione della divisa inglese: la sterlina è cresciuta contro euro oltre il mezzo punto percentuale, con il rapporto EUR/GBP che ha allungato i propri ribassi in area 0,884. Bene la performance (+0,7%) del pound contro dollaro, quest'ultimo poco mosso a causa della chiusura del mercato statunitense nel giorno del Ringraziamento.

Come spiegato dalla premier inglese, Theresa May, dopo l’intesa raggiunta tra la Gran Bretagna e le autorità europee, la palla passa ora ai 27 Paesi membri, che dovranno “esaminare l'accordo nel corso dei prossimi giorni" che si concluderanno col meeting straordinario del Consiglio europeo di domenica.

La stessa May ha aggiunto: "Il popolo britannico vuole che si chiuda l'accordo, vuole un accordo che ci metta sulla via per un futuro più luminoso. Questo accordo è alla nostra portata ed io" ha chiosato "sono determinata ad andare fino in fondo".

Non si è quindi fatta attendere l’opinione del Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, che in un tweet ha aperto la strada ad un raggiungimento dell’accordo già nel corso del fine settimana: “Ho appena inoltrato ai 27 Paesi membri la bozza della Dichiarazione politica delle future relazioni tra Uk e Ue. Il Presidente della Commissione mi ha informato di essere d'accordo coi negoziatori a livello politico".

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.