Guerra commerciale Usa-Cina, spiegazione: la tecnologia. USD/CNH sui massimi da 6 mesi

Huawei fuori dai giochi internazionali, Cina sempre più nazionalista e l'indiscrezione di Tencent Video: ritardato il finale di Game of Thrones sull'escalation delle tensioni commerciali. Yuan in calo contro dollaro.

Usa Cina Fonte: Bloomberg

La disputa commerciale tra Stati Uniti e Cina? “Prima di migliorare, peggiorerà ancora”. Le prospettive all'orizzonte di Washington e Pechino ben si riassumono nelle parole di Curtis Chin, Milken Institute. Nelle ultime due settimane i rapporti tra le superpotenze mondiali si sono incrinati, vanificando mesi di colloqui e rendendo chiaro un punto già assodato: più che di guerra commerciale, quella in corso è una guerra tecnologica.

Cambio USD/CNH

A partire dalla seconda settimana di maggio il cambio USD/CNH ha iniziato a recuperare terreno, accelerando rapidamente fino a testare tra sabato e domenica i massimi a sei mesi, in area 6,9490, al test della resistenza a 6,9500. A dare la spinta alla coppia, la decisione di Donald Trump (venerdì 10 maggio) di attuare l'aumento dei dazi dal 10 al 25% su 200 miliardi di merci di export cinese. A ciò ha fatto seguito la recente ordinanza del Dipartimento del Commercio che ha determinato l'inclusione di Huawei nella lista nera delle società a rischio per la sicurezza nazionale. Il rischio, in tal caso, riguarderebbe spionaggio industriale, furto di proprietà intellettuale e cyberattack.

Nelle scorse ore gli Stati Uniti hanno allentato la presa su Huawei, permettendo al colosso tech (almeno fino al prossimo agosto) di acquistare beni prodotti negli Usa al fine di mantenere le reti esistenti e di fornire gli aggiornamenti necessari ai dispositivi già in circolazione. Il produttore di smartphone non potrà però rifornirsi per la realizzazione di nuovi devices.

Guerra commerciale: Game of Thrones

Ad ogni mossa statunitense, la Cina ha sempre replicato a tono. Non solo: diversamente dalle altre principali economie al mondo, la presenza dello stato in Cina resta elevatissima, così come la politica interventista finalizzata al sostenimento dell’economia. Ciò detto, non è da escludere che nel cantiere del Dragone ci siano nuove rivendicazioni. Un esempio? Lunedì, la divisione video di Tencent ha ritardato la puntata finale di "Game of Thrones", provocando scalpore tra i fan della serie TV americana celeberrima anche in Cina, sollevando l’indiscrezione che il ritardo fosse dovuto alle tensioni politiche.

La rivolta di Piazza Tiananmen

Il prossimo 4 giugno cadrà la ricorrenza trentennale della repressione delle proteste in Piazza Tiananmen (1989) a favore della democrazia. In tale occasione, il Presidente cinese Xi Jinping dovrà dimostrare di essere al comando di una nazione in cui vigono stabilità, continuità e crescita.

La guerra commerciale? “Prima di migliorare, peggiorerà ancora”. Il rischio, in tal senso, sarà l’eventualità di un’escalation del nazionalismo. Il focus, sempre lo stesso: la supremazia tecnologica.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Inizia ora a fare trading sul forex

Fai trading nel mercato più grande e liquido al mondo.

  • Spread a partire da soli 0,6 pip su EUR/USD
  • Analizza i movimenti di mercato con il nostro pacchetto di grafici
  • Opera con le nostre piattaforme di trading, anche da mobile

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.