Euro e sterlina nel giorno della Brexit: gli effetti del voto sul mercato forex

Sterlina/dollaro: cartina tornasole del voto inglese. Euro/dollaro: controprova della exit inglese dall’Europa. Euro/sterlina: barometro della Brexit, protagonista di giornata, seppur poco utile ai fini dell’analisi degli equilibri paese su paese.

euro pound
Fonte: Bloomberg

Sterlina/dollaro: cartina tornasole del voto inglese, positivo sulle speranze che un no deal non ci sarà, negativo sulle attese di una bocciatura dell’accordo.

Euro/dollaro: controprova dell’effetto di una exit inglese sull’Europa, attualmente più in balia dei dati macro tedeschi che dei rumors politici inglesi.

Euro/sterlina: barometro della Brexit, diretto protagonista di giornata, seppur poco utile ai fini dell’analisi degli equilibri paese su paese.

GBP/USD

In attesa del voto della Camera dei Comuni sulla Brexit di questa sera, il cambio GBP/USD scambia in un ristretto intervallo di valori. La coppia si muove oggi attorno al livello a 1,2850, dopo aver toccato il ritracciamento di Fibonacci al 23,6% in area 1,2890.

A livello di stime, nelle prossime ore la sterlina potrebbe andare incontro a due strade: una prima, nel caso di un voto positivo alla soft Brexit (o dell’approvazione di uno degli emendamenti che aprirebbe a nuovi possibili consensi), con un cambio GBP/USD diretto verso 1,3500, sui livelli di metà maggio; una seconda, nel caso di no deal (e di un eventuale trionfo del partito laburista), al di sotto del minimo storico a quota 1,1800 (raggiunto nell’ottobre 2016 sull’acuirsi dei timori della Brexit). Complessivamente, dal 23 giugno 2016 la divisa inglese ha perso contro dollaro il 14% del proprio valore.

EUR/USD

Non solo Brexit sul fronte europeo: se le dinamiche d’uscita del Regno Unito dall’Ue porteranno parziale incertezza nel Vecchio Continente e sulla moneta unica, al momento le preoccupazioni della piazza si concentrano su un altro problema: la tenuta dell’economia tedesca come locomotrice del Vecchio Continente e, in generale, la robustezza di indicatori economici che via via perdono il proprio smalto.

Il cambio EUR/USD scambia attualmente ad un minimo da oltre una settimana, dopo aver bucato il supporto a 1,1430. Se la divisa europea dovesse trovare nuova forza per reagire, i primi livelli di riferimento sono quelli collocati in area 1,1440-1,1465, con successivi 1,1490-1,1500. A ribasso, nel caso di un prosieguo in direzione 1,1400, i valori cardine di riferimento si fissano a 1,1390 e 1,1350. Cruciale rimane infine lo step a 1,1300, livello più volte difeso da metà agosto in poi.

EUR/GBP

Dopo un parziale apprezzamento che ha accompagnato il cambio EUR/GBP nell’ultimo mese e mezzo del 2018, la coppia ha iniziato a scontare qualche pressione a ribasso a partire dal 2019, bucando la soglia a 0,8900. Come supporto, il primo step di riferimento è rappresentato dal livello a 0,8880, appena prima del ritracciamento di Fibonacci al 50% a 0,8860. Ulteriori livelli di riferimento sono quindi rappresentati da 0,8800 e successivi 0,8725.

Nel caso di una ripresa, l’euro potrebbe tornare ad apprezzarsi contro sterlina verso l’area a 0,8915 e 0,8930 poi, fino a raggiungere il ritracciamento di Fibonacci al 23,6% tra 0,8950 e 0,8985.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.