Effetto Brexit: sterlina giù contro euro e dollaro. Mercato sconta la bocciatura proroga oltre il 29 marzo

Sì all'emendamento Brady per superare il backstop. Sì alla proposta non vincolante Spelman-Dromey per scongiurare il no-deal (opzione ancora percorribile). No al piano Cooper di posticipare l'articolo 50: cala il pound.

Fonte: Bloomberg

Sì a due emendamenti su sette, di cui uno non vincolante. La serata degli emendamenti sulla Brexit si è conclusa con una certezza: al momento, non sembra esserci alcuno spiraglio di posticipare l’entrata in vigore dell’articolo 50, ovvero spostare in là l’uscita del Regno Unito dall’Unione oltre il 29 marzo 2019.

Brexit: gli emendamenti al voto

Sì alla proposta Brady di rimuovere la parte più controversa dell'accordo, superando il cosiddetto "backstop irlandese" con proposte alternative (ancora da formulare) per risolvere il problema del confine tra Iralnda del nord e Repubblica d'Irlanda; sì all’emendamento Spleman-Dromey, contenente l’invito non vincolante per il governo ad escludere l’eventualità di un’uscita senza accordo dall'Ue (no-deal); no alla richiesta Cooper, volta a spostare il controllo dal governo al Parlamento, rinviando il processo della Brexit (articolo 50) più in là rispetto al termine del 29 marzo; questo, nel caso in cui entro il 26 febbraio i Comuni non fossero giunti ad un accordo.

’idea di aver più tempo per strutturare un percorso di uscita ponderato e calibrato dall’Unione aveva rinfrancato gli animi degli operatori di mercato, che hanno risposto con le vendite al momento della bocciatura (321 voti contrari contro 298 a favore).

Effetto Brexit sulla sterlina: Eur/Gbp, Gbp/Usd

L'annuncio dell'onorevole Bercow che sarebbero stati ammessi alla valutazione parlamentare sette emendamenti (contro iniziali attese di sei) ha portato la sterlina ad un massimo di sessione. Alla notizia della bocciatura, il pound ha però perso terreno sia contro dollaro, che contro euro: il cambio Eur/Gbp ha registrato nel tardo pomeriggio di ieri un rialzo dello 0,80%, superando la soglia a 0,8755, rispetto ad un livello medio di giornata a in area 0,8690. In direzione opposta la coppia Gbp/Usd, calata dello 0,75%, con minimi di sessione a 1,3058, ad un minimo da tre giorni.

Nel corso delle ultime sessioni il pound inglese è stato la cartina tornasole delle aspettative di una Brexit senza accordo, la peggiore delle opzioni sul tavolo, che nonostante l’emendamento approvato resta ancora ipotesi percorribile.

Mentre il primo ministro Theresa May si spera ad affrontare un nuovo incontro con la Commissione europea a Bruxelles (ferma sulle proprie posizioni e non disposta a rinegoziare l'accordo Brexit), sul calendario lampeggia ora la data del 13 febbraio, quando i Comuni si riuniranno per un nuovo voto.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.