FCA: il balzo in avanti delle vendite non aiuta la quotazione delle azioni

Il cauto ottimismo sui dati positivi emersi dalle nuove immatricolazioni non limita le perdite dei titoli in Borsa

Cresce il volume delle vendite del gruppo Fiat-Chrysler Automobile. Secondo i dati rilasciati ieri dal Ministero dei Trasporti, a settembre Fca ha immatricolato 31.418 veicoli, l’11,43% in più rispetto allo stesso periodo del 2018. Un dato positivo per la casa automobilistica, che dall’inizio del 2019 ha registrato un calo delle vendite dell’11,3%.

I dati sono positivi per tutti i brand afferenti alla casa automobilistica, con picchi del +39,9% di vendite per Alfa Romeo, +27,7% per Jeep, +23,5% per Lancia e, unica a una sola cifra, Fiat, con +3,4%.

Un intero settore in aumento

Si tratta di un trend comune all’intero settore automobilistico. A settembre in Italia sono state vendute 42.136 automobili, il 13,4% in più rispetto allo stesso mese del 2018. Bene infatti anche Volkswagen (+44,2%), Ford (+3%), Opel (+20,96%), Renault (+10,6%). Stabile Peugeot, mentre gli unici dati negativi sono stati registrati da Suzuki (-4,9%) e Smart (oltre -15%).

Il confronto con il 2018

Il Centro Studi Promotor, che ha elaborato i dati in riferimento ad agosto-settembre 2019 e allo stesso periodo del 2018, smorza tuttavia l’ottimismo: il confronto infatti è con un settembre 2018 particolarmente ingrato a causa della normativa Wltp sull’omologazione e, dunque, della necessità di registrare i veicoli non in regola. Il trend generale è comunque in rosso - e i livelli ante crisi ben lontani: dal 2007 le immatricolazioni sono scese del 23,4%. In ogni caso, nei due bimestri considerati la crescita è stata del 6,4%: un dato comunque positivo.

Come è cambiato il prezzo delle azioni?

Tuttavia, nonostante i dati esprimano un cauto ottimismo, il prezzo delle Fiat Chrysler Automobiles NV scontano ancora l’andamento negativo di Piazza Affari e aprono a 11,686 euro (-0,61%). Ieri l’Italy 40 ha chiuso in calo dello 0,81%, a seguito della pubblicazione di dati macroeconomici negativi – in particolare l’indice ISM manifatturiero statunitense che, con 47,8 punti, ha raggiunto il livello più basso degli ultimi 10 anni.

Scopri come fare trading sulle azioni Fca e altri mercati con IG.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.