I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Economia, Germania: inflazione in aumento al +10% a/a

Le pressioni inflazionistiche in Germania sono stimate in crescita al +10% anno su anno nel mese di settembre superando di molto le attese del consensus. Aumentano le probabilità di un rialzo jumbo da parte della BCE.

I risultati

Le stime preliminari sull’inflazione tedesca hanno mostrato un aumento vertiginoso al +10% anno su anno, ben oltre le aspettative del consensus che erano ferme al +9,4%. L’incremento mostra una decisa accelerazione delle pressioni inflazionistiche nel mese di settembre rispetto al mese precedente dove l’indice dei prezzi al consumo si era fermato al +7,9% a/a.

A livello armonizzato, invece, i dati hanno mostrato una crescita su base annuale del +10,9%, oltre le stime del consensus ferme al +10% a/a e molto più alte del +8,8% a/a di agosto.

Su base mensile, l’aumento registrato è del +1,9%, maggiore delle previsioni che stimavano un +1,3% e del dato del +0,3% registrato nel mese di agosto. L’aumento dell’inflazione armonizzata, sempre su base mensile, è invece del +2,2% contro attese del +1,3%.

L’aumento è dovuto soprattutto all’aumento delle quotazioni del gas naturale seguito alle tensioni geopolitiche con la Russia che continuano a mantenere i prezzi delle materie prime energetiche a livelli elevati. Le quotazioni di petrolio e gas naturale sono le principali componenti che contribuiscono all’aumento dell’inflazione.

A questo punto aumentano anche le pressioni sulla Banca Centrale Europea che il prossimo 27 ottobre dovrà decidere sull’intensità del rialzo dei tassi di interesse. Il mercato si aspetta che la BCE cominci ad incrementare a ritmi più elevati i suoi tassi di riferimento così da tentare di calmierare la crescita delle pressioni inflazionistiche che sono in forte aumento in tutta Europa.

Anche la Presidente della BCE, Christine Lagarde, ha mostrato un atteggiamento aggressivo durante la sua ultima conferenza il che fa preludere ad un altro corposo rialzo da ben 75 punti base. Se questa ipotesi dovesse avverarsi, i tre tassi di riferimento della BCE passerebbero dall’attuale livello di 0,75%, 1,25% e 1,50% fino all’1,5%, 2% e 2,25%, i livelli maggiori dal 2009.

Gli effetti sull’EUR/USD

Alla pubblicazione delle stime preliminari sull’inflazione tedesca, il cambio EUR/USD mostra molta volatilità scendendo fino a un bottom a 0,9684 per poi ripartire verso l’alto e quotare al momento a 0,9730.

Gli effetti sui mercati

Le Borse europee mostrano alcuni movimenti ribassisti alla pubblicazione delle stime tedesche. L’indice DAX perde quasi mezzo punto percentuale avvicinandosi ai minimi intraday di 11.938 punti, testati in mattinata.

Anche Piazza Affari reagisce negativamente toccando un bottom intraday a 20.381 punti (-0,53% dalla pubblicazione del dato) mentre il CAC 40 risulta molto volatile ma contiene le perdite con una variazione al ribasso di -0,43%.

Vuoi fare trading sui mercati internazionali?

Con i Turbo24 puoi fare trading sui maggiori indici internazionali tutto il giorno senza interruzioni. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri nuove opportunità di trading

Con IG vai long o short su oltre 17.000 mercati. Scegli la nostra piattaforma pluripremiata per fare trading con spread ridotti su indici, azioni, materie prime e molto altro.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading