I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Crisi energetica: ripartono i flussi di gas russi verso l’Italia. Gli effetti sui mercati

Questa mattina è arrivata la notizia che i flussi di gas russi sono stati sbloccati e potranno proseguire verso lo snodo di Tarvisio. Il mediatore ENI ha avuto un ruolo fondamentale per lo sblocco della situazione.

Il caso

Questa mattina, i flussi di gas russo diretti verso l’Italia, attraverso l’Austria, sono stati sbloccati e la materia prima ha cominciato a fluire verso il Belpaese.

L’interruzione, iniziata sabato scorso, era sorta a causa di una garanzia non pagata dalla russa Gazprom, la compagnia energetica responsabile degli approvvigionamenti, verso l’operatore austriaco dell’infrastruttura Gas Connect Austria.

A causa di questo, i contratti sul gas naturale quotati sulla piattaforma di scambio TTF di Amsterdam perdono il 3% con le quotazioni che si assestano a €157/MWh, il minimo da luglio scorso.

L’impasse è stata risolta grazie al pronto intervento di Eni che ha versato una garanzia di €20 milioni all’operatore austriaco così da permettere la ripresa del flusso verso lo snodo di Tarvisio. Infatti, la normativa austriaca, modificata a fine settembre, prevede che la consegna del gas all’operatore austriaco sia accompagnata da un deposito cauzionale. Il gas era quindi sotto la competenza delle autorità austriache che lo hanno preso in consegna da quelle russe ai confini del paese.

Di conseguenza, il rifiuto a versare il deposito monetario da parte di Gazprom ha causato il blocco delle forniture verso l’Italia. Eni ha dunque deciso di subentrare nella questione sborsando il capitale necessario alla ripresa degli approvvigionamenti verso l’Italia.

La notizia dimostra quanto i paesi europei siano ancora fortemente dipendenti dalle forniture provenienti da Mosca nonostante l’Italia sia riuscita a diversificare gli arrivi di gas naturale grazie all’aumento delle importazioni da paesi come l’Algeria.

Nonostante ciò, rimane l’incertezza riguardo a possibili nuovi stop di carattere tecnico-burocratico che potrebbero impedire il regolare flusso del gas naturale verso la rete di distribuzione italiana.

Infatti, la disputa tra l’operatore austriaco e Gazprom rischia di creare ulteriori frizioni nei prossimi mesi a causa della strategia di Mosca che cerca di rendere sempre più difficoltosi gli approvvigionamenti di gas naturale verso il Vecchio Continente in particolare dopo l’interruzione, per un tempo indefinito, del gasdotto Nord Stream 1.

La Presidente della Commissione Europea, Ursula Von der Leyen ha comunque sottolineato che l’Europa si sta preparando all’introduzione di un tetto ai prezzi del gas che riduca sostanzialmente i prezzi dell’energia elettrica che stanno attanagliando i ceti più poveri della popolazione e spingono ulteriormente al rialzo le già elevate pressioni inflazionistiche.

Gli effetti sui mercati

Le principali piazze finanziarie europee non mostrano alcun segno riguardo alla notizia della ripresa dei flussi verso l’Italia e aprono in rosso dopo i forti guadagni di ieri.

Tuttavia, alle 8:20 di questa mattina, il cambio EUR/USD ha mostrato un forte momentum rialzista che lo ha portato fino sotto la parità, al picco di 0,9995. Successivamente la coppia valutaria ritraccia fino agli attuali livelli di 0,9947.

Vuoi fare trading sul gas naturale?

Con i CFD puoi fare trading sul gas naturale tutto il giorno senza interruzioni. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i CFD.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri nuove opportunità di trading

Con IG vai long o short su oltre 17.000 mercati. Scegli la nostra piattaforma pluripremiata per fare trading con spread ridotti su indici, azioni, materie prime e molto altro.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading