Azioni Tesla altamente volatili, Musk riesce a ripartire nonostante emergenza sanitaria

Nell’ultima settimana le azioni Tesla hanno subito le ripercussioni della diatriba legale con la Contea di Alameda, sede degli impianti di Fremont

Il Ceo di Tesla, Elon Musk, si inserisce nel dilemma che, negli ultimi giorni, attanaglia gli Usa: allentare le misure di lockdown per far ripartire le attività economiche o continuare con le restrizioni fino a fugare del tutto il rischio di una seconda ondata di contagi da Covid-19. Lo scontro è trasversale, con il presidente Usa Donald Trump che preme per una rapida riapertura da una parte e l’esperto virologo della Casa Bianca, Anthony Fauci, che mette in guardia dal rischio di una seconda ondata di contagi.

Le idee di Musk sono ben chiare: ripartire. E, se lo stato della California impedirà allo stabilimento di Fremont di riaprire il battenti, che lo arrestino: Musk si è detto disposto a rispondere in prima persona di eventuali conseguenze giuridiche. D’altra parte, il Ceo ha minacciato di trasferire il quartier generale di Tesla da Palo Alto in Texas e Nevada, se la contea di Alameda non avesse consentito all’impianto di Fremont di far ripartire la catena di produzione.

Quanto è convenuto incassare l’appoggio di Trump?

All’inizio della settimana, Musk ha dichiarato che avrebbe riaperto lo stabilimento di Fremont, presentandosi lui stesso in fabbrica così che, se le autorità avessero provato ad arrestare qualcuno, sarebbe stato lui. Martedì, Trump ha sposato la sua causa: “La California dovrebbe lascia aprire gli impianti Testa di Elon Musk, ora. Può essere fatto velocemente e in sicurezza!”.

Dopo il tweet di Trump, in poche ore le azioni Tesla hanno perso il 9,46%, toccando il minimo dall’inizio di maggio a 763,48 dollari l’una.

Le quotazioni Tesla sono tornare a risalire giovedì, dopo che le autorità sanitarie della contea di Alameda e Musk hanno raggiunto un accordo sulle modalità di ripresa dei lavori per permettere agli operai Tesla (circa 10 mila nell’impianto di Fremont) di svolgere il proprio lavoro in sicurezza. I funzionari hanno permesso a Musk di riaprire a un ritmo di produzione ridotto, per valutare una possibile riapertura a pieno regime già dalla settimana prossima.

Come stanno andando gli affari per Tesla nel resto del mondo?

D’altra parte, se la produzione non dovesse riprendere a giorni, Musk non si farà di certo problemi a volgere il suo sguardo in Oriente, dove Tesla è presente con uno dei suoi famigerati “Gigafactory” in Cina.

Il nodo sulla riapertura è scaturito proprio dalla velocità con cui invece è pare sia stato possibile riaprire la Gigafactory di Shanghai, dove ieri è stato annunciato l’avvio della produzione del Long Range Model 3 e dove i lavori sono ricominciati a marzo, con la fabbrica che alla fine del mese già procedeva al ritmo di 3.000 macchine a settimana. A Fremont, le attività si sono fermate il 23 marzo.

E proprio per le Model 3 prodotte in Cina saranno disponibili le nuove batterie brevettate in casa Tesla, dall’autonomia di un milione di miglia (circa 1,6 milioni di chilometri), che permetterebbero un aumento notevole dell’autonomia delle vetture elettriche. Il progetto verrà presentato ufficialmente al prossimo Investor Day, ma intanto la notizia ha fatto i nuovo guadagnare oltre il 2% alle azioni Tesla nel pomeriggio.

A quanto viaggiano le azioni Tesla?

Ieri le azioni Tesla sono balzate di circa il 10%, dopo che Credit Swiss ha promosso il titolo a “neutral”, salendo tra i migliori titoli della giornata sul Nasdaq. Al momento, le azioni Tesla viaggiano a 795,10 dollari l’una.


Scopri come fare trading sulle azioni Tesla e altri mercati con IG.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali.

  • Aumenta la tua esposizione nel mercato con la leva
  • Spread a partire da solo 0,1% sui principali indici globali
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.