Société Générale: allarme sui conti del quarto trimestre 2018. Azioni in calo

SocGen: warning sui ricavi Q4 2018 a -20%. Male titoli del settore bancario. Calano azioni BNP Paribas e Credit Agricole.

Source: Bloomberg

Apertura di giornata in calo del 4%, dopo l’allarme lanciato sulle difficili condizioni di mercato e l’effetto negativo di tale contesto sulla vendita di prodotti.

SocGen, allarme ricavi Q4 2018: -20%

SocGen, la cui forza tradizionale risiede nel business delle azioni e dei derivati ​​azionari, prevede un calo dei ricavi nel quarto trimestre 2018 pari al 20% rispetto alle entrare dello scorso anno. La notizia giunge nuova alle orecchie degli analisti, che nelle ultime settimane hanno metabolizzato le difficoltà nel comparto del trading obbligazionario da parte di alcune delle principali banche statunitensi. Banche statunitensi che, in termini di equity, sono riuscite a fronteggiare bene la volatilità di mercato.

In una nota diffusa stamane dal gruppo francese, l’istituto sottolinea che "lo scenario sfidante sul mercato globale dei capitali potrebbe tradursi in un calo dei ricavi dai servizi di investimento pari a circa il 20% rispetto al quarto trimestre 2017”. Complessivamente, ha aggiunto SocGen, le entrate per l’intero 2018 potrebbero registrare un calo rispetto allo scorso esercizio attorno al 10%.

La banca imputerà inoltre ad onere straordinario un ammontare complessivo di 240 milioni di euro derivante da alcune dismissioni, tra cui la vendita di SocGen Serbia e la quota in La Banque Postale Financement.

Si mantiene invece inalterato il peso del dividendo 2018, stabile a 2,2 euro per azione e in linea con quanto distribuito nell'esercizio precedente. SocGen si aspetta un rapporto Cet1, capitale bancario di primo livello, compreso tra l’11,4 e 11,6%.

Titolo SocGen in calo. Giù le azioni BNP Paribas e Credit Agricole

Il brusco calo delle azioni di SocGen (prima in calo del 4%, poi ridimensionatesi attorno al -2,,8%) ha colpito anche i prezzi di altri player francesi, tra cui BNP Paribas (-2,2%) e Credit Agricole (-1,2%). A dicembre, il più piccolo concorrente francese di SocGen, Natixis, ha riportato perdite e accantonamenti per 260 milioni di euro, imputabili però a derivati su asset ​​asiatici poco redditizi.

Il warning di SocGen giunge nella stessa settimana in cui il rivale statunitense JP Morgan ha mancato le stime di mercato con risultati del quarto trimestre sotto le aspettative a causa dell’instabilità dei mercati a dicembre legata alle perdite nella gestione degli asset obbligazionari.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.