Prezzo azioni STMicroelectronics: 3 considerazioni in attesa dei conti trimestrali

Azioni STM in calo a Piazza Affari (e a Wall Street) in attesa dei conti di domani. Il gruppo dei chip si attende un calo delle vendite del 21% sulle difficoltà di settore. Target price medio stabile poco sotto 17 euro per azione.

STM Fonte: Bloomberg

Titolo STMicroelectronics tra i peggiori a Piazza Affari, in flessione oltre i tre punti percentuali nel giorno che precede la pubblicazione dei risultati trimestrali.

STM: vendite giù del 21%. Pressioni sui chip

Il Consiglio di amministrazione dell’azienda di circuiti e microchip, ha approvato oggi i dati relativi al primo periodo dell’anno 2019; tali numeri, che verranno rilasciati mercoledì mattina prima dell’apertura delle contrattazioni, sono stati anticipati dalla nota diffusa oggi: STM si attende per il primo trimestre dell’anno un calo delle vendite del 21% rispetto all’ultimo periodo del 2018, esercizio nel corso del quale la società ha registrato una crescita dei ricavi netti del 15,8% (9,66 miliardi di dollari) ed un utile netto in aumento del 60,4% (a 1,29 miliardi).

Alla base del taglio delle stime, le difficoltà incontrate dal mercato dei microchip e dei semiconduttori sul finire del 2018, col rinnovo delle tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti e la revisione sulle vendite del trimestre da parte di alcuni colossi tech (Apple e Samsung in primis).

Trimestrali STM: stime in calo

Il cruccio di mercato ruota ora attorno alle attese espresse dall’Amministratore delegato del gruppo, Jean-Marc Chery, in occasione della presentazione dei risultati dello scorso quarto trimestre.

Secondo il consensus, nel Q1 STM dovrebbe raggiungere ricavi a 2,1 miliardi di dollari, in calo del 5,7% rispetto al medesimo periodo 2018, a causa di “dinamiche sfavorevoli” che hanno colpito il settore e dalla “consueta stagionalità” tipica del primo trimestre. Dal punto di vista della redditività, aveva profilato Chery, “ci aspettiamo un margine lordo attorno al 39% come valore intermedio”.

Stm dovrebbe infine presentare un’Ebitda attorno ai 426 milioni, un utile netto a 177,7 milioni ed un utile per azione da 20 centesimi di dollaro, cifra che dovrebbe tendere a rialzo nei mesi a venire: secondo gli analisti di Reuters, a dicembre 2019 l’eps di STM supererà di 3 centesimi quello dell’analogo periodo 2018 (da 0,46 a 0,49 dollari).

Azioni STM in calo a Piazza Affari

A livello di posizionamento, l’opinione degli analisti sul mercato non mostra particolari cambiamenti: mentre il grosso dei giudizi si concentra su un’indicazione hold, mantenere, il target price medio indicato si attesta da ormai tre mesi a 16,98 euro per azione (17,73 dollari per il titolo quotato sul mercato di New York), di poco superiore agli attuali 16 euro per azione (16,60 in apertura). La stabilità delle previsioni trova ragione a fronte del consistente rialzo che, da inizio aprile, ha fatto registrare alle azioni STM un movimento del 19%, che lascia ora gli operatori in stand-by. Poco più alto è invece il valore mediano, da febbraio fisso a 17,45 euro ($18,20).

STM ha corrisposto un dividendo trimestrale da 0,195 euro per azione lo scorso 18 marzo. Il prossimo pagamento di cedola (da 0,214 euro) è fissato il 19 giugno.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.