Azioni Monte Paschi: raccomandazioni hold. Siena verso la cessione di nuovi Utp

Monte dei Paschi di Siena verso la cessione di un pacchetto di crediti Utp, Unlikely-to-pay, da 450 milioni di euro. Titolo MPS da inizio anno -32%. Target prime mediano a 1,50 euro. Quanto pesa l'istituto senese a Piazza Affari?

Banche Piazza Affari Fonte: Bloomberg

Monte dei Paschi di Siena verso la cessione di un pacchetto di crediti Utp, Unlikely-to-pay, da 450 milioni di euro. Il paniere di strumenti consistenti in inadempienze probabili conosciuto col nome di “progetto Quebec” dovrebbe essere portato a termine entro la fine del mese e rientra nel piano di alleggerimento degli asset deteriorati (nel caso di specie, posizioni corporate non garantite da immobili).

Al pari dell’intero sistema bancario italiano, anche il titolo MPS ha risentito negativamente delle crescenti tensioni sul fronte politico e dell’incremento dei livelli di spread, che tendono a peggiorare la qualità creditizia del Paese, vanificando i tentativi di settore di consolidare il proprio capitale, consolidando parimente la propria reputazione.

Azioni MPS: ytd in profondo rosso

In termini ytd, MPS ha registrato da inizio 2019 una performance negativa superiore al -32%, rispetto ad un indice FTSE Mib ancora positivo, che ad oggi mostra una variazione dell’11,5%.

Rispetto ai valori correnti di inizio anno al di sopra di 1,53 euro per azione, la quotazioni dell’istituto senese sono scese fino ad un minimo in area 1 euro, tornando quindi a muoversi tra 1,02 (prezzi odierni) e 1,04.

A livello di raccomandazioni, gli analisti censiti da Reuters hanno indicato all’unanimità una posizione di tipo hold, mantenere, con un prezzo target a 1,48 euro ed un valore mediano a 1,50 euro, superiore del 44,5% rispetto alla soglia attuale.

Monte Paschi: market cap al 7°posto

Il gruppo, che attualmente capitalizza alla Borsa di Milano 1,14 miliardi di euro, è il settimo per dimensioni dopo Intesa Sanpaolo (32,27 miliardi), Unicredit (22,89 miliardi), Mediobanca (7,44 miliardi), Ubi banca (2,71 miliardi), Banco BPM (2,57 miliardi) e Credito Emiliano (1,46 miliardi). Poste Italiane, a metà dell’elenco, mostra una market cap da 11,98 miliardi.

Monte Paschi renderà noti i propri risultati trimestrali il prossimo 1 agosto.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.