Prezzo azioni Exor: 5 cose da sapere sulla holding di casa Agnelli

Conti Exor in linea col trend di crescita. Bene gli utili, poco mosso l'indebitamento. Cresce il dividendo a 0,43 euro per azione. Mercati in attesa dei conti delle altre sorelle di casa: Fca, Ferrari, CNH Industrial, e Juventus.

Fca Fonte: Bloomberg

Vento in poppa in casa Agnelli, dopo i promettenti risultati di Exor che, seppur leggermente sotto i livelli dello scorso anno, hanno confermato il trend in crescita del business societario. Una crescita assodata, sostenuta anche dalla decisione del gruppo di corrispondere un maggior dividendo nel 2019, pari a 0,43 euro per azione.

Exor, risultati 2018 in linea col trend

La holding finanziaria della famiglia torinese, che vigilia su Fca, Ferrari, CNH Industrial e Juventus, ha concluso il 2018 con un utile netto da 1,347 miliardi di euro, poco sotto i 1,392 miliardi dello scorso esercizio, a causa dei minori introiti finanziari.

Leggero peggioramento per la posizione finanziaria netta consolidata di Exor, che ha toccato quota 3,26 miliardi di euro, in peggioramento rispetto ai 3,16 miliardi di inizio anno, prevalentemente a causa delle minori cessioni di attività.

In sede di pubblicazione dei risultati, mercoledì 27 marzo, il titolo Exor è tornato a toccare il massimo dello scorso 25 settembre a 59,70 euro per azione, un livello che non è più stato superato dal titolo dallo scorso giugno, riposizionandosi poi poco sotto i 58 euro.

Exor, dividendo 2019 in crescita

In sede di analisi, il Consiglio di Amministrazione della società ha deciso di incrementare il dividendo per l’anno 2019 (a valere sull’esercizio 2018) a 0,43 euro per azione, contro uno stacco 2018 da 35 centesimi di euro.

Complessivamente, dopo l’approvazione definitiva, Exor distribuirà 100 milioni di euro, con data di pagamento 26 giugno e data di stacco 24 giugno.

Azioni Exor, target price e giudizio degli analisti

I risultati dello scorso anno hanno portato gli analisti di Kepler-Cheuvreux a confermare la propria raccomandazione buy sul titolo, alzando il prezzo obiettivo da 63 a 65 euro per azione (sopra dell’11% circa rispetto gli attuali valori).

Positivo anche il consenso degli analisti raccolto da Bloomberg, che hanno fissato il proprio target price medio a 67,50 euro.

Famiglia Agnelli in borsa: i prossimi appuntamenti

Dopo i risultati di Exor, i mercati restano ora in attesa di conoscere i conti delle altre quattro sorelle.

Fca e Ferrari dovrebbero rilasciare i numeri relativi all’ultimo trimestre rispettivamente il 3 ed il 7 maggio. Ambedue hanno risentito del calo delle immatricolazioni europee e della minore domanda da parte della Cina (vessata anche dalle tariffe statunitensi); il 7 maggio sarà anche il giorno dei conti di CNH Industrial.

Più lunga sarà invece l’attesa prima di conoscere i dati di Juventus che, da qui al 14 maggio, dovrà affrontare diverse altre sfide; anzitutto, il 10 e il 16 aprile, il team bianconero affronterà gli olandesi dell’Ajax prima ad Amsterdam, poi a Torino. Entro il 7 maggio saranno inoltre disputate le gare di semifinale tra le vincenti dei turni di Uefa Champions League, che si affronteranno infine al Wanda Metropolitano il 1° giugno.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.