Piazza Affari: Banco BPM tra i titoli migliori di giornata post cessione pacchetto npl

Via libera alla cessione dei crediti non performanti (npl) da €7,8 miliardi alla cordata Credito Fondiario (Fonspa) - Elliott. Con l’accordo, i player si aggiudicano la maggioranza (51%) di Project Ace, piattaforma di gestione di Banco Bpm. A Milano, male il settore bancario, con Bper, Generali, Unicredit ed Ubi in calo tra l’1% e lo 0,4%,

Banche
Fonte Bloomberg

Banco BPM tra i titoli migliori di giornata a Piazza Affari, dopo l’ufficializzazione della cessione di un portafoglio di crediti non performanti (npl) da 8 miliardi di euro circa alla cordata composta da Credito Fondiario (Fonspa) ed Elliott. Con l’accordo, i due player si sono aggiudicati anche la maggioranza (51%) di “Project Ace”, la piattaforma di gestione di Banco Bpm.

Tramite la cessione delle sofferenze, l'Npl ratio lordo di BPM dovrebbe ora attestarsi a 10,6%, dal precedente livello a 15,9% di fine settembre.

L'offerta ha per oggetto un pacchetto di npl pari a 7,8 miliardi ed un pacchetto di crediti aventi per sottostante contratti di leasing da 800 milioni. Fuori dall’operazione le altre due cordate composte, la prima da doBank , Fortress e Illimity, la seconda da Christofferson Robb & Company, Davidson Kempner, Tpg e Prelios, che non hanno fatto rilanci per aggiudicarsi il pacchetto.

La banca ha annunciato negli scorsi giorni la possibilità di valutare, a tendere, la vendita dei cosiddetti unlikely to pay (utp), le inadempienze probabili.

In una giornata fiacca per i titoli del settore bancario, con Bper Banca, Banca Generali, Unicredit ed Ubi che registrano ribassi tra l’1% e lo 0,4%, spicca il +2% di Banco BPM, tornato in area 2,1 euro per azione.

L’operazione fa seguito al voto del parlamento europeo, che ha deliberato in sede plenaria le novità sul trattamento dei nuovi Npl, facenti parte del pacchetto bancario approvato dai ministri delle Finanze europei la scorsa settimana.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Trova articoli per analista

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.