Non si arresta il titolo Juventus. Nuovo rialzo a Piazza Affari. Obiettivo: Ramsey

Azioni Juventus maglia nera del FTSE Mib. Il titolo del club bianconero beneficia della possibile firma del centrocampista dell'Arsenal, Aaran Ramsey, già in questa finestra di mercato.

Piazza Affari
Fonte: Bloomberg

Non si ferma il titolo Juventus, nuovamente in prima posizione per variazione giornaliera dell'indice FTSE Mib tra le società italiane più capitalizzate.

Con una performance in area +3,75%, il team bianconero conferma nella seduta di giovedì un livello di prezzo attorno alla resistenza di 1,27 euro per azione, valore massimo toccato nel mese di dicembre 2018, ed una capitalizzazione da 1,23 miliardi. Il titolo risulta inoltre il top performer in termini di variazione year to date (+19,2%).

A fungere da propulsore sulle azioni del listino milanese, la notizia di un avvicinamento tra il club torinese ed il centrocampista dell’Arsenal, Aaron Ramsey, in scadenza di contratto a giugno 2019. Il giocatore arriverà in Italia domenica per le visite mediche e, da anticipazioni, dopo la Supercoppa incontrerà gli agenti per discutere del contratto.

La Juventus potrebbe tentare l’acquisto di Ramsey proprio in questa finestra di mercato, ad un costo che, secondo quanto chiesto dal team inglese, dovrebbe attestarsi poco sopra i 20 milioni di euro. Obiettivo di Fabio Paratici, direttore sportivo bianconero, sarà cercare di strappare il campione ad un prezzo inferiore. I rumors trapelati la scorsa settimana parlavano intanto di un accordo quinquennale tra i 6,5 e gli 8 milioni di euro a stagione.

Già la scorsa settimana, Juventus aveva beneficiato delle indiscrezioni di chi vedeva ruotare nell’orbita torinese il campione del Paris Saint-Germain, Kylian Mbappé (che attualmente riceve 10 milioni di euro netti a stagione e la cui figura non è ancora stata “spesa” per fini commerciali e non avrebbe al momento una valutazione). Ad intervenire per smorzare gli entusiasmi di mercato era stato lo stesso Paratici, che ha apostrofato l'indiscrezione con un "al momento, è un'ipotesi fantasiosa".

Il mercato aveva comunque risposto con entusiasmo alla notizia, con una prima giornata di contrattazioni nell’anno 2019 da record a +10% che ha fatto scemare le preoccupazioni legate all’elevato rapporto debito/Ebitda del club e al sorteggio di Champions League, che a metà febbraio vedrà la squadra della mole affrontare gli spagnoli dell’Atletico Madrid.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Trova articoli per analista

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.