Nissan-Renault-Mitsubishi: Carlos Ghosn rassegna le dimissioni. Scatta il toto governance

Dimissioni di Ghosn, accusato di illeciti fiscali. Titolo Nissan in calo. Renault apre in negativo. Al via i lavori per la scelta nuovo management: ipotesi Senard, ora al vertice Michelin (presidente) e Bolloré (Ad).

Fonte: Bloomberg

Carlos Ghosn ha rassegnato le proprie dimissioni, aprendo alla possibilità di nuovi dissapori tra le dirigenze francese e nipponica. Ad annunciarlo, il ministro delle finanze francese, Bruno Le Maire. Le nomine del nuovo Consiglio di amministrazione potrebbero determinare scontri interni al gruppo Nissan-Renault-Mitsubishi Motors.

L'ex presidente ed amministratore delegato del gruppo Nissan-Renault-Mitsubishi Motors, Carlos Ghosn, in stato di fermo a Tokyo da oltre due mesi, si è dimesso. Sul numero uno del settore auto (che ora proverà a costruirsi una difesa nel lungo processo che si prospetta all’orizzonte) sono cadute le accuse di illeciti finanziari. Ghosn, sottoposto a custodia cautelare lo scorso 19 novembre, avrebbe infatti sottostimato i propri compensi, utilizzato indebitamente i beni aziendali e abusato della fiducia concessagli.

Le autorità giapponesi, più volte sollecitate, si sono rifiutate di concedere a Ghosn la libertà su cauzione, portando l’azienda francese ad avviare i lavori per la nomina della nuova dirigenza. Il 15% del gruppo è attualmente in mano al governo francese.

Renault: già pronte le nomine. Ipotesi Senard / Bolloré

Mentre prende piede la notizia delle dimissioni di Ghosn, il comitato nomine di Renault avrebbe già fatto le proprie valutazioni circa la scelta del management aziendale: tra i nomi caldi sul piatto vi sono Jean-Dominique Senard, attualmente al vertice di Michelin, che occuperebbe il ruolo di presidente e direttore operativo, e Thierry Bolloré, che andrebbe invece a ricoprire la carica di amministratore delegato.

L’ufficializzazione del nuovo assetto di Renault dovrebbe essere ufficializzato giovedì 24 gennaio, in occasione del consiglio di amministrazione straordinario convocato per risolvere la questione governance.

Il titolo Nissan, che ha perso oltre il 10% a partire dallo scorso 19 novembre, si è portato oggi in marginale calo, a -0,55%. Da anlizzare invece la reazione di Reanult, che ieri, prima della notizia , aveva chiuso la seduta in crescita dell’1,1%, riaprendo oggi a Parigi in calo di un punto percentuale.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.