Mediaset tra i titoli migliori a Piazza Affari. Pubblicità +2,5%

Raccolta pubblicitaria in crescita del 2,5% su nove mesi e conti trimestrali in attesa il prossimo 13 novembre. Intanto il titolo cresce sul listino di Milano, in scia alle voci di cessione a Sky della piattaforma R2.

Mediaset
Fonte Bloomberg

Mediaset tra i titoli migliori a Piazza Affari, sui massimi di agosto, tra 228 e 2,9 euro per azione. Con un rialzo superiore al 2% a poco meno di mezz’ora dall’avvio delle contrattazioni, il titolo delle telecomunicazioni ha reagito positivamente alle anticipazioni sui dati di raccolta pubblicitaria, cresciuta negli ultimi 9 mesi del 2,5% rispetto allo scorso anno. A dichiararlo, una nota del gruppo, guidato da Pier Silvio Berlusconi.

Il bilancio completo aggiornato all’ultimo trimestre sarà rilasciato il prossimo 13 novembre. Secondo il consenso di mercato, Mediaset dovrebbe corrispondere un dividendo inerente all'esercizio 2018 da 15 centesimi per azione, per un ammontare complessivo distribuito di 175 milioni di euro. Le stime più positive vedono invece una cedola da 25 centesimi.

Notizia del giorno inerente alla società è inoltre l'esercizio dell’opzione di vendita put per la cessione a Sky della piattaforma R2 sulla quale gira la galassia Premium. A proposito, la società non ha ancora rilasciato commenti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.