Europa: settore bancario nel vivo. Commerzbank batte le attese

Commerzbank ha registrato nel terzo trimestre un calo del 53% degli utili netti, superiore però alle attese degli analisti. L'istituto tedesco ha confermato il proprio outlook per l’anno 2018, sul quale impatta il processo di ristrutturazione. Il titolo ha raggiunto in mattinata rialzi del 4%.

Commerzbank
Fonte Bloomberg

La giornata dei titoli bancari sui listini europei entra nel vivo: oltre ai risultati trimestrali di alcuni tra i più importanti nomi del settore, gli operatori hanno reagito positivamente alla notizia dell’accordo franco-tedesco sulla cessione dell’attività di equity di Commerzbank a Société Générale.

Il titolo, che da inizio anno ha lasciato sul mercato oltre il 30% della propria capitalizzazione, ha registrato in mattinata a Francoforte un rialzo del 4%.

Entrando nel dettaglio dei numeri dell’istituto tedesco, Commerzbank ha registrato nel terzo trimestre un calo del 53% degli utili netti, dato migliore alle attese degli analisti. L'istituto tedesco ha confermato il proprio outlook per l’anno 2018, sul quale ha impattato il processo di ristrutturazione attualmente in corso.

Secondo quanto riferito dal gruppo, i ricavi da clienti privati e piccole imprese nel 2018 tenderanno ad aumentare rispetto allo scorso esercizio, mentre il fatturato legato ai clienti corporate è rivisto a ribasso.

Commerzbank, seconda più grande banca tedesca quotata, ha chiuso il terzo periodo con un utile netto a 218 milioni di euro, sopra le attese di 211 previsti, ma in deciso calo rispetto ai 467 milioni dell'anno passato.

L’istituto tedesco, nel quale il governo ancora detiene una partecipazione, sta proseguendo nel progetto di ristrutturazione delle attività, riducendo il numero dei dipendenti, digitalizzando il business ed espandendo la base della clientela al dettaglio.

"Il settore rimane impegnativo” ha confermato l'AD del gruppo, Martin Zielke, in un comunicato. “Nonostante abbiamo fatto molti passi avanti rimane ancora del lavoro da fare". Il programma di ristrutturazione, annunciato da Commerzbank nel 2016, è previsto in scadenza nel 2020.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.