Danone punta alla Cina. PBoC interviene sullo yuan. Timori di crescita

Danone affamata sul mercato: l'acquisto del 49% della sussidiaria di Yashili può rafforzare la sinergia tra le due realtà e le reciproche opportunità di crescita. Intanto, la Banca popolare cinese ha confermato le prime avvisaglie di rallentamento del Dragone, ribadendo il proprio sostegno all'economia di Pechino.

PBoC
Fonte Bloomberg

Nuova operazione di mercato in casa Danone: il produttore di generi alimentari francesi ha acquistato il 49% di Yashili New Zealand Dairy, sussidiaria indiretta di proprietà della Yashili International Holdings quotata a Hong Kong e specializzata in latte in polvere e prodotti per l’infanzia. Intanto torna in campo la PBoC: ribadendo il rischio di un rallentamento della crescita legato alle tensioni di carattere commerciale, l'istituto centrale cinese ha confermato il proprio sostegno al credito, ribilanciando contestualmente il cambio contro dollaro.

L’ammontare complessivo versato da Danone per l'acquisizione della quota di Yashili si attesta a $318 milioni di dollari circa. Danone aveva firmato un memorandum d'intesa per l'acquisizione già lo scorso a giugno. Il prezzo di acquisto sostenuto dalla francese include il 49% del "profitto totale alla data di chiusura" ed il 51% della voce "importo forfetario delle perdite". Yashili, che ha richiesto tali condizioni, non ha però fornito ulteriori dettagli.

La vendita della quota in esame dovrebbe rafforzare la partnership strategica tra le due realtà, accrescendone le sinergie. Yashili intenderebbe spendere i $107,13 milioni di proventi netti ottenuti dalle operazioni di vendita in attività di brand building.

In mattinata, intanto, la PBoC, la Banca popolare cinese, ha dichiarato che la contro globalizzazione ed il protezionismo commerciale hanno creato maggiori sfide ed incertezze per l'economia cinese La stessa banca si farà però carico di assicurare una ragionevole crescita del credito e dei finanziamenti sociali. L'istituto ha quindi modificato dello 0,23% il livello di riferimento per lo yuan contro dollaro (a 6,8908 contro il fixing di venerdì a 6,8750).

Atteso, in tal senso, sarà il discorso che il presidente cinese, Xi Jinping terrà martedì in occasione del 40° anniversario della riforma cinese. Massima attenzione, quindi, su quanto deciderà la Federal Reserve nel meeting di mercoledì.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Trova articoli per analista

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.