Azioni Juventus in calo il primo giorno dell’aumento di capitale

Le quotazioni hanno sfiorato minimi che non si vedevano da maggio, toccando 1,25 euro

Annunciato mercoledì scorso, da oggi è ufficiale: è partito l’aumento di capitale di Juventus Fc, da 300 milioni di euro, provocando un ribasso delle azioni, che stamattina hanno perso oltre il 6,7%.

Già venerdì sera il titolo, che al momento dell’annuncio dell’aumento di capitale valeva 1,40 euro, alla chiusura dei mercati aveva raggiunto 1,38 euro, poi rettificato a 1,27. Oggi però la flessione ha raggiunto l’1,34%, con le quotazioni che hanno toccato 1,25 euro per azione.

Quanto ai titoli relativi all’aumento di capitale, sono passati da 0,109 a 0,096, l’11,6% in meno.

Aumento di capitale: perché?

Il club ha annunciato la manovra (da circa 299 milioni di euro) lo scorso 27 novembre, nell’ambito di una ristrutturazione tanto della squadra quanto della strategia commerciale e della struttura patrimoniale di Juventus. In effetti, era già successo a settembre: anche quella volta si è trattato di una ricapitalizzazione intorno ai 300 milioni di euro, ma le azioni si fermarono a 1,27 euro.

Stavolta, sembra che circa 295,5 milioni di euro serviranno per rimborsare i debiti (Juventus Fc conta un debito netto di 463,5 milioni di euro), oltre a finanziare impegni intrapresi nei prossimi 12 mesi (per cui sono necessari ancora 148 milioni di euro). Tra questi, rilevano soprattutto le spese per gli stipendi dei calciatori, che hanno richiesto esborsi niente affatto irrilevanti – il monte stipendi annuo si aggira attorno ai 102 milioni di euro, con Cristiano Ronaldo che da solo prende circa il quadruplo dei suoi compagni (54 milioni di euro lordi).

Verranno dunque emesse 322.485.328 nuove azioni ordinarie, dal valore di 0,93 euro ciascuna. Gli attuali azionisti potranno acquistarle in rapporto di otto nuove azioni ogni 25 già possedute. Ad aver sottoscritto contratti di garanzia, per le azioni che resteranno inoptate, sono state BNP Paribas, Goldman Sachs International, Mediobanca e Unicredit.

Come è andato il titolo in Borsa?

Oggi le quotazioni hanno raggiunto minimi che non si vedevano da maggio. Il titolo Juventusha infatti toccato 1,2515 euro per azione, perdendo oltre il 6,7% in mattinata – più di quanto era successo a settembre, quando le azioni erano scese a un minimo di 1,26 euro, dopo un calo di circa il 6%.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali.

  • Aumenta la tua esposizione nel mercato con la leva
  • Spread a partire da solo 0,1% sui principali indici globali
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.