I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Azioni Intesa Sanpaolo in rialzo, trimestrale in vista: 3 fattori da considerare

Ultimi tre mesi dell’anno previsti sotto tono, ma il 2020 si chiude in bellezza per Intesa Sanpaolo con ricavi in rialzo di oltre il 2% (nonostante il Covid-19)

In una giornata particolarmente vivace per il settore bancario, anche le azioni Intesa Sanpaolo osservano un rialzo che a metà sessione si assesta intorno all’1,37%.

Effetti del rinnovato risiko bancario, innescato con il cambio al vertice di Unicredit (dove l’ex ad Jean Pierre Mustier passa il testimone ad Andrea Orcel) che apre la prospettiva di un’unione a tre con Monte dei Paschi e Banco Bpm.

Nei prossimi giorni, tuttavia, gli occhi degli investitori torneranno a posarsi sul titolo di Intesa Sanpaolo, che approverà i risultati del quarto trimestre 2020 il prossimo 5 febbraio.

Trimestrale Intesa Sanpaolo: cosa dicono le previsioni?

Secondo le previsioni più recenti, Intesa Sanpaolo si appresta a chiudere gli ultimi tre mesi del 2020 con una perdita pari a circa il 10%: leggero rosso, dunque, ma comunque un miglioramento rispetto al crollo di aprile quando, in piena pandemia di covid-19, era arrivata a perdere circa il 45%.

Gli analisti di Banca Akros si aspettano nel quarto trimestre una perdita netta pari a 3,2 miliardi di euro, "compensando integralmente l'acquisto di Ubi con un forte aumento degli indici di copertura delle esposizioni deteriorate, gli Npe, che ha portato a 6 miliardi di euro di svalutazione dei prestiti nel 2020 e chiudendo l'anno con un utile netto di 3,2 miliardi", scrive la banca di investimento.

Eppure, nonostante le perdite degli ultimi tre mesi dell’anno, Intesa Sanpaolo si appresta a chiudere l'intero 2020 in positivo. Gli analisti di Banco Bpm si aspettano 18,557 miliardi di ricavi, in rialzo del 2,1% anno su anno, a fronte di costi operativi pari a 9,737 miliardi (+3,5%) e un margine operativo lordo di 8,820 miliardi (+0,7%).

Contando anche accantonamenti 6,043 miliardi (al netto della crisi pandemica, che ha portato il loro valore quasi a triplicare: nel 2019 erano stati 2,089 miliardi), si attende un utile netto da 3,20 miliardi di euro: il 23,3% in meno rispetto al 2019, quando ammontò a 4,182 miliardi.

Le previsioni sono in linea con quelle di Banka Akros: ricavi pari a 18,6 miliardi, costi operativi pari a 9,7 miliardi e margine operativo lordo a 8,8 miliardi, con un rapporto Costo/Ricavi del 52,5% (era al 50,2% il 30 settembre 2020).

Titolo Intesa Sanpaolo: cosa raccomandano gli analisti?

Resta in ogni caso stabile il giudizio “Buy” sulle azioni Intesa Sanpaolo, nonostante un leggero calo del 15% sul prezzo obiettivo.

A fine gennaio Banca Akros promuove il titolo da “neutral” ad “accumulate” e alza il prezzo obiettivo da 1,9 a 2,25 euro, in virtù dell’ottimismo con cui gli analisti guardano ai risultati del 2020.

Cosa si prevede per il futuro?

Entro il 2021 gli analisti si aspettano un obiettivo di utile netto pari a 5 miliardi di euro. Tra i fattori che più di tutti potrebbero aiutare Intesa Sanpaolo a raggiungere l’obiettivo c’è anche la forte riduzione dell’organico – 7.200 persone, più altre 5.100 da trasferire a Bper Banca, a fronte di 3.500 assunzioni da perfezionare entro il primo semestre del 2024.

Il 2020 di Intesa Sanpaolo

Nel 2020 quello di Intesa Sanpaolo è stato il titolo più scambiato per controvalore, con un totale di 65,9 miliardi, e quello più scambiato in termini di contratti con poco meno di 6 milioni di contratti.

Risultato soprattutto della maxi-operazione con cui, lo scorso luglio, Ca’ de Sass ha acquisito Ubi Banca: l’opas ha raccolto oltre il 90% delle adesioni, “un successo straordinario” secondo gli analisti di Equita.

Si è trattato della quarta operazione di M&A in Italia nel 2020 per valore. La prima, secondo un rapporto di Refinitiv, c’è l’operazione Nexi, da 12,7 miliardi di dollari, poi operazioni da parte di operatori francesi e Usa, al terzo posto l'acquisizione di Borsa Italiana da parte di Euronext).

Come si stanno muovendo le azioni Intesa Sanpaolo?

A mezz’ora dalla chiusura della prima giornata di contrattazioni del mese, le azioni Intesa Sanpaolo avanzano dell’1,03%, a 1,82 euro l’una.

Interessato al trading sulle azioni di Intesa Sanpaolo? Vai long o short con i CFD su oltre 16 mila azioni internazionali, con un piccolo deposito iniziale, oppure prendi il controllo sul rischio con le barrier option. Inoltre, puoi tradare prima e dopo l’apertura dei mercato su oltre 70 azioni Usa, solo con IG.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i CFD.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Scopri i primi certificati turbo al mondo quotati H24

  • Leva variabile a partire da 3x
  • Rischio limitato
  • Da zero commissioni*

*Viene applicata una commissione solamente per operazioni con nozionale inferiore a €100

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading