Week Ahead: 22 – 26 Ottobre. Italia, dopo la scure di Moody's attesa per S&P's

Oltre all'attesa sforbiciata di Moody's, il mercato si concentrerà sulle Banche centrali, tra cui la Bce, e sulle trimestrali Usa.

bg_italy_rome_1258961
Fonte: Bloomberg

La settimana si presenta piuttosto interessante. L'attenzione degli investitori sarà incentrata sull'Italia, che entro le 12 di lunedì dovrà riferire alla Commissione europea dopo la lettera di richiamo sulla manovra. Intanto, dopo il taglio del rating di un notch sul debito italiano da parte di Moody's, il mercato attende il giudizio di S&P's venerdì a mercati chiusi, che potrebbe rivedere l'outlook sul Paese per un possibile taglio del rating nei prossimi mesi. Il tutto è ormai nei prezzi e il mercato potrebbe solo iniziare a ragionare sull'ipotesi junk level, anche se per noi rimane fuori discussione la questione.

Fuori dai confini nazionali l'attenzione rimane rivolta agli Usa, dove si intensificherà la pubblicazione delle trimestrali, mentre sul fronte macro è attesa la lettura flash del Pil del 3° trimestre dell'anno, atteso attorno al 4% per il secondo trimestre consecutivo. In Europa, pochi i dati di rilievo, spicca solo l'indice IFO sulla fiducia delle imprese tedesche, che potrebbe accusare la medesima discesa già registrata dallo ZEW.

Tante le riunioni delle Banche centrali in agenda, tra cui la Bce. Sebbene da Francoforte non siano attese modifiche all'attuale politica monetaria, il mercato si concentra sul tenore delle parole di Draghi alla luce dei continui dati deludenti che arrivano dalla zona euro e dalle tensioni italiane.

Lunedì 22 Ottobre

Indice CFNAI settembre, USA

Trimestrale di Hasbro

Martedì 23 Ottobre

Discorso di Charles Evans, governatore della Federal Reserve di Chicago (non votante), Neel Kashkari, governatore della Federal Reserve di Minneapolis (non votante) e Raphael Bostic, governatore della Federal Reserve di Atlanta (votante)

Trimestrali di 3M, McDonald’s e Verizon Communications

Mercoledì 24 Ottobre

Decisione di politica monetaria della Sveriges Riksbank (SRB), Svezia

Stima flash PMI ottobre, Eurozona

Vendita nuove abitazioni settembre, USA

Decisione di politica monetaria della Bank of Canada (BoC), Canada

Scorte settimanali di petrolio, USA

Discorso di Loretta Mester, governatore della Federal Reserve di Cleveland (votante)

La Fed pubblica il Beige Book

Trimestrale di Boeing

Giovedì 25 Ottobre

Indice IFO fiducia imprese ottobre, Germania

Decisione di politica monetaria della Norges Bank (NB), Norvegia

Decisione di politica monetaria della Banca centrale europea (Bce), Eurozona

Decisione di politica monetaria della Central Bank of the Republic of Turkey (CBRT), Turchia

Nuove richieste settimanali sussidi disoccupazione, USA

Ordini beni durevoli settembre, USA

Bilancia commerciale beni settembre, USA

Indice pending home sales settembre, USA

Trimestrali di Amazon, Alphabet e Intel

Venerdì 26 Ottobre

Prima lettura PIL 3°T, USA

Decisione di politica monetaria della Central Bank of Russia (CBR), Russia

Fiducia dei consumatori Univ. Michigan finale ottobre, USA

Trivelle settimanali attive Baker Hughes, USA

S&P’s e Moody’s rivedranno il rating sul debito a lungo termine, Italia

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Trova articoli per analista

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.