Market Update 18/10/2018 - Luci e ombre sulle Borse, riflettori sullo spread

Mercati contrastati, tensioni all'interno del Governo giallo-verde, in Europa Brexit in evidenza

Luigi Di Maio, leader of Italy's anti-establishment Five Star Movement

Tanti temi in giornata che impattano sui mercati. In Italia le accuse del vicepremier Di Maio sulla manomissione del decreto fiscale hanno portato ulteriori tensioni nei difficili rapporti tra Lega e Movimento 5 stelle.

Lo spread inizialmente era salito su nuovi record sopra i 320 punti base per poi scendere e attestarsi a 310.

A Piazza Affari brillano tlc e media molto male invece i titoli legati al settore delle costruzioni dopo la riduzione delle stime su utili 2018 del colosso tedesco HeidelbergCement.

Tra i temi macro sotto ai riflettori la Brexit dopo l’incontro ieri sera a Bruxelles tra i vertici UE e il primo ministro UK Theresa May. Senza passi in avanti nelle trattative, il meeting straordinario dei 27 paesi UE del 17-18 novembre per concludere il deal con il Regno Unito sarà rinviato a data da destinarsi. Al momento come ha ricordato lo stesso Barnier le negoziazioni sono arenate.

Negli Stati Uniti la Federal Reserve ha pubblicato i verbali dell’ultima riunione di fine settembre dove si evince che i banchieri centrali sono favorevoli alla politica monetaria sempre più restrittiva andando un po’ contro le recenti dichiarazioni di Donald Trump.

Sul mercato valutario l’eurodollaro dopo la forte discesa delle prime ore della giornata, minimo intraday a 1,1481, sta provando a reagire risalendo fino a 1,1520.

Lo sterlina dollaro si mantiene debole nelle ultime ore in area 1,31.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.