Market Update - Europa rimbalza, Italia segue nonostante taglio stime e bocciatura bilancio

Le borse europee provano a rialzare la testa stamane dopo i cali degli ultimi giorni, nonostante il tonfo di Wall Street di ieri.

bg_uk_retail_shopper_1369097
Fonte: Bloomberg

Sebbene il mood rimanga appesantito dalle prospettive di una crescita globale in rallentamento come ha confermato anche l'OCSE, sul mercato stiamo assistendo a un tentativo di rimbalzo del tutto fisiologico dopo l'ipervenduto generatosi nelle ultime settimane. Difatti le notizie che continuano ad arrivare sono tutt'altro che incoraggianti.

Ieri il comparto retail sales negli Usa è stato bersagliato dalle vendite massicce dopo i dati di Target Corp, che hanno registrato una crescita delle vendite same sales store in linea con le attese, ma con una revisione della guidance. Questi dati sembrano dare ancora più rilevanza alla notizia del taglio della produzione degli Iphone di Apple, con il titolo ieri reduce da un altro tonfo. Così la regina di Wall Street ha portato il calo dai massimi a -25%, con la market cap scesa a 840 miliardi di dollari, quasi 300 miliardi in meno dai massimi di inizio ottobre.

Ancora incerte le sorti sulla Brexit in vista del voto di domenica a Bruxelles, dopo che la Spagna ha minacciato il velo prima di chiarire la questione Gibilterra, mentre la May deve ancora risolvere le tensioni interne. Tutto ciò tiene la sterlina sotto pressione verso le principali valute mondiali.

Tornando in Italia, stamane ondata di sforbiciate alla crescita arrivate dall'OCSE, che ha rivisto al ribasso il dato del 2018 e del 2019, rispettivamente all'1% e allo 0,9%. Anche l'Istat ha fatto lo stesso per l'anno in corso, +1,1%, mentre l'anno prossimo l'ha rivisto al rialzo (+1,3%). Il mercato tiene bene nonostante il parere negativo della Commissione Ue che a questo punto dovrebbe avviare la procedura per infrazione nei confronti del nostro Paese. Gli investitori, avevano già prezzato uno scenario simile e sembrano cavalcare il rumors di una revisione della legge di bilancio come avrebbe dichiarato il vice premieri, Salvini. Frutto di ciò, lo spread è rientrato sotto i 320pb, mentre il rendimento del titolo a 2 anni è piuttosto composto all'1%.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.