FTSEMIB si difende, Europa in rosso

Rumors su rispetto Deficit/Pil porta cauto ottimismo sul Belpaese, mentre l'incubo dazi spaventa i mercati.

bg_italy_flag_1493347
Fonte: Bloomberg

Segnal di schiarite sugli asset italiani dopo i rumors circolati nelle ultime ore secondo cui nella nuova legge di bilancio il governo punterebbe a un deficit/Pil non superiore al 2%. É bastato questo a riportate gli acquisti sui BTp, in marcato recupero stamane, con lo spread verso il Bund sul tratto decennale che si è contratto fino a 270 punti base.

Il mercato, come ha già fatto nelle ultime settimane, specula sulle prossime manovre del governo. Certo è che se l'Esecutivo dovesse fare un passo indietro rispetto alle tanto discusse flat tax e reddito di cittadinanza, oltre che alla revisione della legge Fornero e al Jobs Act, il recupero degli asset italiani potrebbe essere importante.

É pur vero che sinora il governo ha dato sempre dimostrazione di portare avanti con fermezza il proprio programma di governo, quindi è difficile sperare in un approccio morbido sui temi economici. Pertanto i rumors e la speculazione continueranno a dominare la scena nelle prossime settimane, in vista della nota di aggiornamento al Def e alla legge di stabilità prevista per metà ottobre.

Buona la reazione iniziale anche del Ftse Mib, che sovraperforma rispetto alle altre borse europee. L'indice di Piazza Affari prova a ridurre il gap che si è aperto con gli altri indici europei negli ultimi mesi, anche se le sorti restano agganciate agli sviluppi politici sopra citati. Il bilancio da inizio anno rimane ancora fortemente negativo (-6,3%), pertanto la strada della risalita è ancora lunga.

Il sentiment fuori dall'Italia rimane guidato dal tema dazi, che potrebbe pesare sugli indici di Wall Street che torneranno agli scambi oggi dopo il weekend lungo. Importanti saranno anche i dati macro che arriveranno dagli USA, su tutti gli indici manifatturieri di agosto PMI e ISM, in attesa dei ben più importanti NFP di venerdì.

Tra le valute, marcato apprezzamento del dollaro statunitense guidato probabilmente dal risk off che dalle incertezze sui dazi Usa alla Cina.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Trova articoli per analista

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.