Warren Buffett contro Donald Trump: dove mettere quei $111,9 miliardi di liquidità?

Azioni troppo care a Wall Street: quasi 112 miliardi di cash nelle casse Berkshire Hathaway. Buffett precisa: per una America più prospera servono economie più prospere. E annuncia il voto per le presidenziali 2020: Mike Bloomberg

Fonte: Bloomberg

Warren Buffett in crisi con la liquidità, nel caso di specie, quella da investire, pari a 111,9 miliardi di dollari. Il guru della finanza, noto anche come oracolo di Omaha per l’approccio lungimirante che l’ha portato ad essere uno dei più grandi investitori di tutti i tempi, ha apertamente accusato il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che avrebbe concesso troppo credito alla crescita economica, portando a rialzo il costo degli asset acquistabili. Risultato: titoli eccessivamente cari e difficoltà nel comprendere se ci siano aziende che quotano a sconto, passibili dunque di futuri rialzi.

La lettera di Buffett agli azionisti Berkshire Hathaway

La notizia arriva direttamente da Buffett, che si è lamentato dello stato delle cose nella sua lettera annuale agli azionisti di Berkshire Hathaway.

La strategia di Warren Buffett si sostanzia da sempre in due pilastri: anzitutto, l’approccio “one-dollar for one-dollar premise” vale a dire la creazione di almeno un dollaro di capitalizzazione in borsa per ogni dollaro di utile trattenuto dall’azienda. In secondo luogo, la valutazione del rapporto prezzo/utili (p/e), da comparare al rendimento del titolo di stato a 10 anni, tenendo presente che un rendimento del 5% equivale ad un p/e di 20.

A proposito di bond decennale, Buffett ha dichiarato nelle scorse ore: “Se mi chiedessero oggi di scegliere se acquistare un bond a 10 anni o l’S&P500 non avrei dubbi: sceglierei ancora il secondo”.

La lettera di Buffett arriva in un periodo turbolento per la multinazionale americana, col titolo arrivato a perdere oltre il 14,5% nel solo mese di dicembre e che si è trovato la scorsa settimana a dover fare i conti coi risultati deludenti della compagnia Kraft Heinz, che hanno provocato una perdita netta di 25,39 miliardi di dollari nel quarto trimestre e portato Berkshire a registrare il suo profitto annuo più basso dal 2001.

Potendo contare su oltre 90 imprese, tra cui la compagnia di assicurazioni auto, Geico, e l’azienda ferroviaria, BNSF, il gioiello di Buffett ha comunque registrato buoni risultati nell'ultimo periodo, con un utile operativo trimestrale salito del 71%.

Warren Buffett: strategia d'investimento dal 1942

L’investitore 88enne ha riferito che, da quando ha iniziato ad investire nel 1942, ha attraversato sette governi repubblicani e sette presidenti democratici, periodi di guerra e momenti di crisi finanziaria, e, nonostante tutto, è sempre riuscito a guadagnar denaro. Secondo Buffett, l’errore più grosso commesso da Trump non riguarda il solo spingere affinché i mercati quotati continuino a crescere, ma anche l’esaltare esclusivamente il mercato americano, perdendo di vista il particolare che qualora aziende straniere dovessero crescere ancor più di quelle americane, è allora che si verrebbero a creare maggiori opportunità di profitto.

"È al di là dell'arroganza” ha riportato lo stesso “vantarsi di essersi fatti da soli ", ha scritto Buffett, aggiungendo: "Gli americani saranno più prosperi e più sicuri se tutte le nazioni prosperassero”.

Al momento, nel mirino di Berkshire non ci sarebbe nessuna azienda, poiché i prezzi del mercato sono “altissimi”. L’ultima grossa operazione fatta dal gruppo risale infatti ai $32,1 miliardi spesi per il produttore di componenti aeree Precision Castparts nel gennaio 2016.

Berkshire Hathaway: 111,9 miliardi di dollari da investire

Mentre Buffett si interroga su come impiegare quegli 111,9 miliardi di liquidità, Berkshire ha chiuso il 2018 con $172,8 miliardi di titoli azionari, cifra fortemente penalizzata importanti perdite a due cifre, tra cui quella del 30% nella sua maggiore partecipazione: Apple Inc. Tali cali sono stati un fattore importante nell'enorme perdita registrata da Berkshire, che ha visto il proprio reddito netto annuo in calo del 91% a $4,02 miliardi dai precedente $44,94 miliardi, quando beneficiava di una più bassa aliquota dell'imposta sulle società.

L'utile operativo trimestrale di Berkshire ha totalizzato $5,72 miliardi, $3,484 per ogni azione di Classe A, oltre le previsioni degli analisti (salito del 71%). Sui risultati ha inoltre pesato la svalutazione monstre di $3,02 miliardi per attività immateriali "quasi interamente" attribuibili a Kraft Heinz, in cui Berkshire detiene una quota del 26,7%.

Buffett: Voto per Mike Bloomberg alle presidenziali 2020

Non stupisce, dunque, l’opinione d Buffett circa le prossime elezioni americane, dichiarando che nel 2020 sosterrà il collega miliardario, nonché ex sindaco di New York, Mike Bloomberg , nella corsa alle presidenziali. "Se domani Mike Bloomberg dovesse annunciare la propria candidatura, io allora tiferò per lui", ha detto il guru, aggiungendo: "Penso che sarebbe un ottimo presidente."

Bloomberg è visto come un possibile candidato per la nomina presidenziale democratica.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.