Usa-Cina: nuovi colloqui. Verso il taglio dei dazi. Pechino firma accordo su banche con la Germania

Pechino a Washington: nuovo incontro il 30-31 gennaio. Mnuchin: pronto a rivedere politica tariffaria per favorire negoziati. Sinergia settore bancario sino-tedesco.

Fonte: Bloomberg

Azioni asiatiche in deciso rialzo nell’ultima seduta di settimana. I progressi nelle trattative tra Stati Uniti e Cina migliorano le future aspettative per il Dragone e per il commercio internazionale, scemando parte dei timori che una guerra dei dazi possa accelerare il processo di contrazione economica.

Usa-Cina: nuova tranche di colloqui

Dopo gli incontri di inizio gennaio, quando una delegazione statunitense si recò a Pechino per discutere delle condizioni necessarie affinché si plachi la raffica di tariffe a stelle e strisce, il 30 e 31 gennaio il vice premier cinese, Liu He, visiterà gli Stati Uniti per una nuova tornata negoziale.

Secondo quanto anticipato dal Wall Street Journal, il segretario al Tesoro americano, Steven Mnuchin, starebbe valutando la revoca di alcune tariffe, modificando l’attuale politica in essere con una nuova strategia meno penalizzante. Nonostante l’idea del segretario non convinca l’intera schiera politica a stelle e strisce, in primis il rappresentante al commercio, Robert Lighthizer, i mercati hanno accolto la notizia con calore: l’indice di Tokyo ha chiuso in rialzo dell’1,3%, quello di Hong Kong dell’1,2%, Shanghai dell'1,4%.

Washington-Pechino: è ancora guerra commerciale

Allo stato attuale dei fatti, la Cina sembra essere a corto di opzioni alternative, mentre gli Stati Uniti vorrebbero evitare un prolungato conflitto che peggiorerebbe le conseguenze negative già registrate sui suoi mercati e sull'economia.

A dicembre, Washington e Pechino hanno concordato una tregua di 90 giorni della guerra commerciale, che nel 2018 ha colpito circa 360 miliardi di controvalore di merci, 250 cinesi vessate dagli Usa, 110 Usa vessate dal Dragone.

L’attenzione di mercato si sposta ora ai dati che lunedì mattina la Cina renderà noti, relativi al Pil del quarto trimestre e alla produzione industriale nel mese di dicembre. Secondo un sondaggio Reuters, la crescita economica del quarto trimestre cinese registrerà la variazione più debole dalla crisi finanziaria globale, a causa delle dinamiche di domanda sia in patria, che all'estero.

Cina-Germania: accordo sul settore bancario

Intanto, la Cina ha firmato con la Germania un accordo volto a rafforzare il coordinamento del settore bancario, finanziario e dei capitali dei due Paesi, impegnandosi ad aprire ulteriormente l’accesso ai mercati di riferimento ed approfondire le sinergie per rafforzare i propri legami economici, anche nel campo immobiliare.

Trova un articolo

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-


Scopri di più sul forex

Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-


Scopri di più sulle azioni

Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-


Scopri di più sugli indici

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.