Stime FMI e crescita Cina rallentano l'Asia e il prezzo del petrolio

Pil globale 2019 in calo dal 3,7% al 3,5%. Rivista la crescita dell'eurozona (a +1,6%). Calo del Pil cinese e revisione aspettative del Fondo Monetario Internazionale spingono a ribasso i prezzi del greggio.

Le revisioni di crescita 2019 da parte del Fondo Monetario Internazionale, assieme ad un dato sulla produttività annuale cinese ai minimi dal 1990 (+6,6%) hanno rallentato i listini azionari asiatici: l’Hang Seng di Hong Kong si è lasciato indietro attorno al punto percentuale; Shanghai ha perso l’1,2%, mentre il Nikkei è sceso di circa lo 0,5%.

Sul paniere di Tokyo ha pesato la debolezza di Panasonic, giù del 3%, in scia all’accordo d’intesa firmato da Tesla con la cinese Tianjin Lishen per la fornitura di batterie. Obiettivo del gruppo, ridurre la propria dipendenza da Panasonic.

Non solo: a risentire dei numeri in calo è stato anche il prezzo del petrolio, che ha ceduto terreno, riportandosi al di sotto dei 54 dollari al barile (brent poco sopra i 62 dollari al barile).

Tra i principali rischi evidenziati dall’istituto di Christine Lagarde, oltre ad una Brexit senza accordo e alla precaria stabilità del sistema finanziario e politico italiano (con troppi Btp in pancia alle banche), il FMI ha rinnovato il rallentamento della Cina e gli effetti di una guerra commerciale che, nonostante gli annunci di distensione dei toni, concretamente non ha ancora compiuto passi avanti.

Secondo le stime FMI, il Pil globale 2019 si attesterà al 3,5%, contro una precedente stima a 3,7%, mentre l’area euro crescerà dell’1,6% (dato precedente al 1,9%). nel biennio 2019/2020, sottolineando il rischio di ulteriore destabilizzazione se non si risolveranno le tensioni commerciali.

Trova un articolo

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-


Scopri di più sul forex

Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-


Scopri di più sulle azioni

Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-


Scopri di più sugli indici

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 81% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.