Spread, 290 punti base: l'incertezza politica pesa sul differenziale Btp-Bund

Effetto spread a Piazza Affari. Rendimento Btp sui massimi a due mesi. Bund tedesco ai minimi da settembre 2016. Pesa l'incertezza politica. Salvini: spenderemo tutto il necessario. Conte: difficile evitare l'aumento dell'iva.

Italia borsa italiana Fonte: Bloomberg

Ulteriore allargamento dello spread Btp-Bund sui timori di un peggioramento più brusco dell’economia (e della poltica) tricolore. A far scattare le vendite sui titoli di Stato italiani sono state le dichiarazioni del vice Premier, Matteo Salvini, che ha lanciato un chiaro affronto alle autorità europee, ribadendo l’intenzione di infrangere i limiti di deficit concordati con l’Ue per supportare la crescita e frenare l’aumento della disoccupazione. “Fino a che non arriveremo al 5% di disoccupazione” ha affermato Salvini “sperderemo tutto quello che dovremo spendere. Se qualcuno a Bruxelles si lamenta” ha chiosato “ce ne faremo una ragione”.

Analisi del differenziale Btp-Bund

Dopo un’apertura in area 284 punti base, lo spread tra i rendimenti del decennale italiano e tedesco è salito fino alla volta dei 290bp (+3,75%), il picco più alto dallo scorso 8 febbraio, sui livelli d’inizio dicembre 2018.

Singolarmente considerato, il bond a 10 anni italiano è arrivato a rendere poco sotto il 2,80% (+1,55%), al massimo degli ultimi due mesi, ma inferiore alla resa tra il 2,9 e il 3,0% di febbraio. Sulla curva dei rendimenti, a risentire maggiormente dell’incertezza sono soprattutto gli strumenti a breve, che assorbono in maniera più rapida tali movimenti.

In direzione nettamente opposta il bund tedesco, ove a prevalere oggi è una situazione di ipercomprato, negativo a -0,11% sui più bassi livelli da settembre 2016.

Effetto Spread a Piazza Affari

Sebbene un differenziale in area 290 punti base non sia di per sé drammatico, l’incertezza politica unita alla revisione delle attese di crescita per l’Italia ha portato le vendite a Piazza Affari, in calo oltre il punto percentuale, peggiore performance di seduta nel Vecchio Continente.

A complicare una situazione già incerta, sono state le dichiarazioni dell’altro vice Premier, Luigi DI Maio, che ha definito “irresponsabili” i comportamenti di Salvini, risollevando i rischio di un trattamento duro da parte dell’Ue nei confronti dell’Italia, nonché l’ipotesi di una non tenuta di governo.

In aggiunta a ciò, in mattinata il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha evidenziato davanti alla platea degli imprenditori di Rete Imprese Italia, come evitare l'aumento dell'Iva "non sarà un'impresa facile"

Rating Italia: le revisioni da agosto

In attesa di conoscere l’esito della turnata elettorale europea, che vedrà al voto oltre 500 milioni di persone il prossimo 26 maggio, i timori sull’Italia potrebbero crescere nel caso il partito EFDD, Europa della Libertà e della Democrazia Diretta che riunisce idee populiste ed euroscettiche, guadagnasse seggi in sede Parlamentare. A partire da agosto è inoltre prevista la prima revisione del merito creditizio italiano da parte di Fitch, cui faranno seguito quella di Moody’s (6 settembre) e quella di Standard & Poor’s (ottobre). Lo scorso aprile S&P ha lasciato inalterato il rating italiano a BBB, con outlook negativo, riservandosi di ritoccare il proprio giudizio in autunno.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite e superare anche l'importo investito. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.