Pil Usa batte le attese: vola a +3,2%. Bene consumi ed investimenti d'impresa

Dati preliminari oltre le attese per il Pil del primo trimestre Usa: +3,2% contro un precedente 2,2% (rivisto dal 2,6% inizilmente annunciato). Fanno bene la spesa per consumi, l'export e gli investimenti d'impresa. Giù l'import.

Fonte: Bloomberg

Pil trimestrale a stelle e strisce positivo a +3,2% e al di sopra delle sopra le attese tra il 2 e il 2,5%, dopo la revisione dello scorso trimestre, che ha ridimensionato la crescita americana del quarto periodo 2018 dal 2,6% inizialmente annunciato, al 2,2%. Sono questi i dati preliminari pubblicati oggi dal Bureau of Economic Analysis.

Se tendenzialmente i dati relativi al primo periodo dell’anno risultano essere i meno entusiasmanti, la rilevazione attuale arriva in un momento delicato non solo per l’economia americana, al test dei risultati macro e dei conti trimestrali, ma per l’economia di tutto il mondo, la cui crescita è stata rivista a ribasso in maniera generalizzata. A pesare sulle stime future, le tensioni internazionali a livello commerciale e geopolitico ed una minore liquidità in circolazione (legata alla politica più stringente adottata da alcune delle principali banche centrali mondiali, Federal Reserve in primis).

Al momento, l’economia a stelle e strisce si presenta come l’alternativa più solida del mercato, condizione che ha spinto gli investitori nelle scorse sedute a scegliere il dollaro come porto sicuro, con conseguente rialzo del biglietto verde sul paniere delle principali valute mondiali.

Secondo quanto si apprende dal comunicato del Bureau of Economic Analysis, l'aumento del PIL reale è riflesso dell'aumento della spesa per consumi, delle scorte, delle esportazioni, della spesa pubblica e degli investimenti d’impresa, parzialmente compensati da una diminuzione delle abitazioni e dal calo dell’import.

Al centro della spesa per consumi, l’aumento dei servizi per l'assistenza sanitaria. Relativamente alle scorte, hanno contribuito in positivo i beni non durevoli. Da ultima, la spesa pubblica che, lasciato da parte il periodo di shutdown federale che ha paralizzato l’amministrazione statunitense da fine fine dicembre a gennaio inoltrato, ha beneficiato di una ripresa degli investimenti in strutture.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.