Non-farm payrolls a picco: giù dell'88%. Wall Street in rosso: la peggior settimana del 2019?

Nuovi posti di lavoro creati dagli Usa sotto le attese a 20mila unità contro 181mila. Dato precedente rivisto a 311mila. Migliora disoccupazione (3,8%) e salario orario medio. Listini a New York in rosso sui maggiori timori.

Fonte: Bloomberg

Nuovi posti di lavoro creati altamente al di sotto delle attese, con 20mila unità effettive, contro aspettative a 181mila. Positive invece le altre voci rilevanti, inerenti al mercato del lavoro: la disoccupazione è scesa oltre il target al 3,8% dal precedente 4%, mentre i salari orari medi del mese di aprile sono aumentati dello 0,4%, oltre lo 0,3% prospettato dagli analisti.

Wall Street negativa. Verso la peggior chiusura di settimana del 2019

Apertura negativa per le borse americane. Tutti e tre gli indici quotano in territorio negativo, con ribassi attorno al punto percentuale. A pesare sui listini, non è stata la sola preoccupazione data dal calo dei posti di lavoro creati, ma anche il rinnovo delle paure circa il rallentamento dell'economia mondiale, a partire dal crollo dell'export cinese a febbraio pari al -20,7%.

Proprio con Pechino si rinnova oggi un'altra paura: secondo quanto dichiarato dall'ambasciatore statunitense in Cina, il Dragone sarebbe ancora ben lontano dal siglare un accordo con gli Stati Uniti, per via di alcune questioni chiave da risolvere. Al momento, quindi, salterebbe ogni previsione in vista di un eventuale meeting di fine mese. In prima linea, ancora una volta, le vicende relative al settore tecnologico, furto di proprietà intellettuale e trasferimento forzato di tecnologia Usa.

Non-farm payrolls giù dell'88%. Cosa significa per l'economia Usa

Il dato sui non-farm payrolls (nfp), i posti di lavoro creati dal settore non agricolo, ha ampiamente attirato l'attenzione del mercato. A partire dal 2015, solo tre volte i nfp si sono risultati pari o al di sotto del livello di 20. L’ultima volta è successo nell’ottobre 2017. Il dato acquisisce ancor più significato alla luce della rettifica apportata dall’istituto di statistica americano (Bureau of Labor Statistics), che ha rivisto il dato pubblicato a febbraio (a valere sul mese di gennaio), da 304 a 311mila.

I non-farm payrolls escludono dal calcolo agricoltori, impiegati statali, impiegati domestici e lavoratori di organizzazioni no profit ed offrono un punto di vista diretto sullo stato di salute del mercato a stelle e strisce: più alta è la domanda e dunque la creazione di posti di lavoro, maggiore è il vigore di una economia che cresce e produce.

La negatività del dato, unita ai malumori di una piazza poco convinta circa la sostenbilità economica futura, ha portato ad immediate vendite sul dollaro a stelle e strisce, che ha però poi recuperato sulla positività della crescita dei salari, primo fattore a sostegno di un possibile incremento degli acquisti e, dunque, di un possibile

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 74% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.